Walter Veltroni, ex sindaco di Roma, e noto tifoso juventino, ha parlato ai microfoni di Teleradiostereo dell'intervista ad Antonio Conte uscita oggi sulla Gazzetta dello Sport che porta la sua firma: "Con Antonio abbiamo parlato diverse volte in questi giorni, l'ultima volta ieri: l'intervista è fresca. La mia impressione è che esistano entrambi i sentimenti di cui parla nella domanda sulla Roma: ha una gran voglia di avere un rapporto con questa città. L'ha conosciuta da commissario tecnico, apprezza molto il tifo, il calore dei tifosi… La frase ‘prima o poi l'allenerò' non è buttata lì, ci crede davvero".

"Però - ha aggiunto Veltroni - non ci sono le condizioni, e di certo non ambientali. Credo che Conte abbia stima di Totti e della società, ma mi ha ribadito che non ci sono le condizioni ma che se si realizzeranno avrebbe il desiderio di allenare in questa città. Ho l'impressione che voglia tornare in Italia, ma vuole essere in condizione tecnica di competere per lo scudetto. Se non ci dovessero essere, può anche star fermo. Ha l'ossessione della vittoria, non è uno che ha bisogno di un contratto per fare l'allenatore: aspetta un progetto che gli interessi. Lui cerca giocatori che abbiano la sua stessa ossessione e un fortissimo rapporto con la maglia, e la risposta su Marco Tardelli ne è la dimostrazione".