È sbarcato a Roma Eldor Shomurodov, l'attaccante uzbeko acquistato dal Genoa (per diciotto milioni complessivi più una percentuale sulla futura rivendita) per andare a completare il reparto offensivo \(la Roma una decina di giorni fa aveva fatto un tentativo anche per il baby Kaio Jorge ma una volta preso atto che la Juventus stava un pezzo avanti, ha virato decisa sull'uzbeko). In gran segreto (e non si capisce perché) il giocatore è atterrato da un volo di linea proveniente da Genova ieri mattina intorno alle otto. È andato subito a Villa Stuart per le canoniche visite mediche, per poi rientrare in albergo. Oggi, insieme a Cristante, volerà in Portogallo per presentarsi a Mourinho e ai suoi nuovi compagni. L'ufficialità del suo acquisto non è ancora arrivata, forse perché si attendono le firme che saranno messe nel ritiro portoghese della Roma.

In Algarve, al contrario, non volerà Alessandro Florenzi. Sull'ex Capitano della Roma negli ultimi giorni è trapelato un po' di tutto, fino alla versione che vuole (e sarà probabilmente quella giusta) che sia stato lo stesso Flo a chiedere alla società di evitargli di aggregarsi alla squadra. Ennesima conferma di un rapporto deteriorato da tempo e che non sembra davvero più ricomponibile. Il suo procuratore, Alessandro Lucci, sta cercando di trovare una squadra al suo assistito, ma per ora, al di là un timido ma reale interesse dell'Inter, le richieste assomigliano molto a uno zero. Ma guai sottovalutare Lucci che un anno fa dal suo cilindro di procuratore che sa il fatto suo, tirò fuori il Psg. Con un Florenzi in uscita, ci pare evidente che la Roma dovrà andare sul mercato anche per trovare un altro esterno destro.

In Portogallo non andrà neppure Viña. Pure per l'uruguaiano si sta aspettando l'ufficialità, fretta per ora non c'è visto che il giocatore sta proseguendo la quarantena che scadrà mercoledì prossimo. Intanto ogni mattina si presenta a Trigoria per allenarsi da solo, come da protocollo.