Budget o non budget, la Roma è in cerca di cash. Attraverso le cessioni, ovviamente. Che servono non soltanto a ridimensionare il monte ingaggi, ma anche a supportare il mercato in entrata che, dopo il ko di Spinazzola, ha visto aumentare i regali da consegnare a Mourinho. Un conto, però, è dirlo, un altro farlo. Soprattutto in un mercato come questo in cui tutti vogliono cedere e nessuno o quasi comprare.

Tiago Pinto ci sta provando, cominciando dagli esuberi e passando, se mai dovesse servire, per la cessione di qualche giocatore regolarmente convocato. Come, per esempio, Amadou Diawara. La cessione del centrocampista (offerto all'Arsenal) potrebbe sbloccare definitivamente l'arrivo di Xhaka con cui la Roma ha un accordo contrattuale da tempo, ma che per il quale non riesce a trovare il punto d'incontro con l'Arsenal per il costo del cartellino. L'eventuale cash incassato per Diawara (valutato non meno di dodici milioni) potrebbe consentire a Pinto di fare quell'ulteriore, piccolo, rilancioper convincere i Gunners a dire sì per lo svizzero.

Nel senso di possibili cessioni, da qualche giorno circola pericolosamente la voce che il Chelsea vuole Gianluca Mancini. E In Inghilterra dicono che, per averlo, avrebbe offerto Zouma più soldi. Cioè un centrale per un centrale, ruolo per il quale gli spifferi di mercato fanno sapere che la Roma sarebbe interessata a Vestergaard (Southampton) e Hinteregger (Eintracht Francoforte), nomi che a Trigoria non trovano conferma.

Altri due giocatori che potrebbero arricchire il budget a disposizione di Pinto, sono Kluivert e Olsen (l'orange un po' a sopresa è stato escluso dai convocati). L'olandese ha manifestato il desiderio di tornare al Lipsia dove ha giocato, in prestito, la passata stagione. La Roma è pure pronta ad accontentarlo, ma per il momento ha detto no ai dodici milioni di euro offerti dal club tedesco. Toccherà a Mino Raiola, procuratore di Kluivert, provare a sbloccare la situazione per il suo assistito che, comunque, un po' di mercato può vantarlo visto che ha ancora soltanto ventuno anni.

Un po' di mercato sembra averlo anche Olsen, il portiere svedese protagonista di un buon Europeo. Cosa che pare aver risvegliato l'interesse di qualche club nei suoi confronti. In particolare degli spagnoli della Real Sociedad e degli inglesi del West Ham. Nella Roma c'è ottimismo perché lo svedese saluti. Anche per questo è ora di andare a chiudere definitivamente per Rui Patricio, che è atteso già domani per le visite mediche.