Le parole del difensore argentino della Roma, Federico Fazio, in vista della fondamentale gara di Champions League di domani contro la squadra russa del Cska Mosca: 

Quale strada deve fare la Roma per evitare questi cali di tensione?
"Noi dobbiamo pensare alla gara di domani e prepararla al meglio per vincerla. Sono due partite fondamentali per passare il girone, sia quella di domani che quella a Mosca"

Qual è il pericolo principale del Cska?
"Come ho detto prima dobbiamo prepararla al meglio hanno vinto contro il Real, la cosa più importante sarà il nostro approccio alla gara che dovrà essere fatto con determinazione e cattiveria".

Solo 6 reti subite lo scorso anno a questo punto della stagione, oggi 15 perché?
"Noi pensiamo alla squadra come un blocco con 11 giocatori più chi sta fuori. Non difende solo la difesa, giochiamo insieme ed è quello che pensiamo e come lo sappiamo fare. Dobbiamo migliorare, non solo in difesa, ma in tanti aspetti fondamentali.Non ho nessun dubbio sulle capacità che ha questa squadra e di cosa può raggiungere questa squadra come blocco".

Quest'anno non abbiamo ancora visto il vero Fazio, perché?
"Io non guardo indietro e guardo avanti, non voglio stare qui a parlare ma in palestra per preparare al meglio una gara fondamentale per noi"

Lo scorso anno la difesa era stato il punto di forza in Europa, quest'anno le difficoltà sono dovute al cambio di modulo?
"Si guarda solo il risultato delle partite. Con la Spal abbiamo preso solo due tiri in porta e con molte occasioni e possesso palla per noi. Così come con l'Empoli dove non abbiamo fatto una gran partita, soprattutto nel secondo tempo, ma abbiamo vinto. Si parla solo dopo i risultati. Noi pensiamo a lavorare per questa partita che è molto importante per noi, per la classifica e per andare avanti in Champions".

Il tifoso della Roma vuole vedervi lottare, voi leader potete dare l'esempio ai giovani?
"C'è una frase che dice "non dare lezioni, ma dare esempi" in spagnolo, ed è quello che facciamo tutti quelli che hanno più esperienza nella squadra".

Tatticamente cosa ha comportato la doppia assenza Manolas-De Rossi?
"Niente. Siamo una squadra fatta di tanti giocatori, tutti disponibili per giocare e per affrontare ogni partita".