Alessandro Florenzi, difensore della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo la conferenza stampa di oggi alla vigilia della sfida contro il Viktoria Plzen.

Florenzi a Sky Sport

La partita contro la Lazio può essere la partita della svolta?
Deve esserlo per forza, non vogliamo più ricadere in questi brutti risultati di questo inizio. Domani sarà una partita molto importante, dovremo avere continuità di risultati e di gioco, un po' di tutto, tornare alla vittoria in Champions  e ricominciare il cammino fatto l'anno scorso.

La semifinale dell'anno scorso può dare autorevolezza alla Roma? Crea sudditanza psicologica negli avversari?
Autorevolezza sicuramente, stiamo facendo grandi passi in Europa, ma tante altre squadre verranno qui per fare una grande partita contro una grande squadra che è arrivata in semifinale nell'anno passato. Dovremo giocare le partite con il giusto piglio, con il giusto atteggiamento e portare a casa punti importanti.

C'è stata una lite tra te e Dzeko?
Ci sono persone che devono scrivere: a volte scrivono cose giuste, a volte scrivono cose sbagliate. In questo caso per fortuna era sbagliato, non c'è stata alcuna lite con Dzeko, altrimenti ci avrei rimesso io (ride, ndr). Siamo grandi amici anche fuori.

Florenzi a Roma Tv

Siete usciti dal momento di difficoltà?
Già da domani vogliamo far capire che questo brutto periodo è alle spalle e dobbiamo farlo con una grande vittoria e cercare di convincere che siamo una squadra forte.

Ora inizia un'altra Champions per la Roma…
In Champions non ci sono mai partite facili, verranno qui sicuramente per coprirsi e cercare di fare punti. Noi dovremo attaccarli dall'inizio e mettere la partita dalla nostra.

Pellegrini, Cristante, Santon. Tutti giocatori che dalle difficoltà iniziali stanno venendo fuori. E' il gruppo il vero punto di forza di questa squadra?
L'ho sempre detto, per fare una grande stagione e grandi partite bisogna partire da un gruppo solido, da un gruppo amalgamato, unito. E' quello che secondo me noi abbiamo, lo abbiamo fatto vedere nei momenti di difficoltà come quello che abbiamo alle spalle. Dobbiamo continuare ad avere questo gruppo perché siamo veramente tanti bravi ragazzi e molto bravi.