Edin Dzeko, attaccante della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardo la gara con il Manchester United:

Dzeko a Sky Sport

Roma-Ajax?
"Il mio gol contro l'Ajax è uno dei miei preferiti. C'è una ragione per cui il calcio è la cosa più importante tra le cose meno importanti del mondo. Calafiori per esempio ha subito una rottura del legamento crociato anteriore due anni e mezzo fa e ho dedicato a lui una tripletta, perché ha subito un infortunio tremendo, in tenera età. Nonostante fosse giovane ha dimostrato che con il duro lavoro nulla è impossibile. Alla fine il suo assist ha aiutato la Roma ad arrivare in semifinale, è una bellissima storia questa. Io sono molto felice per lui. È stato un gol bellissimo".

Chelsea-Roma?
"Questo è il gol più speciale per me, contro il Chelsea di sinistro. Dopo il passaggio di Fazio. Quando mi ritirerò continuerò a voler riguardare questo gol".

Roma-Barcellona?
"Questo è uno dei più importanti. È arrivato quando abbiamo battuto il Barcellona 3-0. Avevamo perso l'andata per 4-1, nessuno pensava che avremmo raggiunto la semifinale. Non è stato il gol più bello, lo so, ma è uno dei più importanti. Festeggio ogni gol come se fosse il primo, è così che mi sento. La gente dice che alcuni gol sono più importanti, ma io li vedo tutti allo stesso livello, perché questo è il mio lavoro e l'amore per il gol scorre nel mio sangue".

Il gol contro il Real Madrid con il Manchester City?
"Un'altra che non dimenticherò è quella al Santiago Bernabeu contro il Real Madrid, quando giocavo ancora al City. L'ho segnata nell'angolo sinistro, vicino a Casillas. Realizzare un gol contro il Real, in uno stadio come quello, è una cosa che ricordi per sempre".

Il gol contro il Manchester United con il Wolfsburg?
"È il mio primo gol all'Old Trafford contro il Manchester United, una cosa che non dimenticherò mai. Quello è stato il primo gol in Champions League per me, in uno dei più belli stadi del mondo. Sono felice di tornare a Manchester, sarà una partita speciale per me. Una volta per me questo sarebbe stato un derby, mentre ora sarò lì con la Roma. Spero che giocheremo al meglio delle nostre capacità. Se dovessimo farlo, tutto sarà possibile".