Justin Kluivert, calciatore della Roma in prestito secco al Lipsia, ha rilasciato un'intervista ad Algemeen Dagblad. Ecco un estratto dell'intervista:

Sulla doppia sfida con l'Ajax
"Un vero peccato che questa partita non si sia giocata l'anno scorso, mi sarebbe piaciuto sfidare l'Ajax. Conosco entrambe le squadre, è davvero difficile dire chi passerà il turno. La Roma può battere l'Ajax e viceversa. Dipenderà molto da come staranno le squadre il giorno della partita. In ogni caso, mi godrò lo spettacolo. Sono curioso di scoprire come si svilupperà la partita e come l'Ajax affronterà la Roma. Mi piace ten Hag, nei sei mesi in cui abbiamo lavorato insieme avevamo un buon rapporto. Ha mostrato di essere un grande allenatore".

Come sarebbe andata se fossi rimasto all'Ajax un altro anno?
"Queste sono domande a cui nessuno, nemmeno io, può rispondere. Sarebbe potuta andare in qualsiasi modo, anche se a volte penso che se fossi rimasto avrei preso parte a quella grande stagione in Champions".

Sulla Roma
"Ho giocato molto come titolare e ho segnato. Dopo lo stop per la pandemia questa cosa è cambiata così sono andato al Lipsia in prestito. Rimpianti? No, né di aver scelto la Roma e né di essere andato in prestito al Lipsia".

Sul Lipsia
"Siamo venti giocatori forti e ruotiamo. Qui hanno un modo diverso rispetto all'Olanda. All'Ajax difficilmente cambia la formazione titolare. Qui gioca chi sta meglio e chi è utile per la partita secondo l'allenatore. A volte può cambiare anche metà squadra".