Otto marzo 2016, al 74' di Real Madrid-Roma Francesco Totti entra in campo al posto di El Shaarawy, accompagnato dalla standing ovation del Santiago Bernabeu. Una serata che la leggenda romanista non dimenticherà mai, anche per quanto successo dopo la partita negli spogliatoi dei padroni di casa. "Beh, sono stato accolto diversamente rispetto ad altri giocatori. Con molto rispetto, alcuni addirittura si inchinavano. Stiamo parlando di extra-terresti che mi chiedevano foto e volevano la mia maglia. Quel giorno è stato gratificante per me, uno di quelli che ricorderò per sempre. Florentino Perez ha voluto la mia maglietta a tutti i costi, con una dedica diversa da quelle che si fanno di solito. Mi ha chiesto lui di scrivere: "L'unico giocatore che mi ha detto di no al Real Madrid". Una dedica abbastanza particolare". Ha raccontato il dirigente giallorosso a Sky Sport a margine del sorteggio dei giorni di Champions League.