Il Ceo dello Shakhtar Donetsk Sergei Palkin ha parlato a tre giorni dalla sfida di ritorno tra Shakhtar Donetsk e Roma, ottavi di finale di Europa League. Queste le sue parole. 

Quanto ha bisogno psicologicamente la squadra di questa vittoria?
"Per noi ogni vittoria è importante, soprattutto questa perché è stata una partita piuttosto importante. Si spera che la nostra serie sfortunata sia finita ora. Mi è piaciuto il gioco. Abbiamo giocato bene fino al primo gol, ci siamo rilassati un po' e poi sono piovuti i gol, abbiamo mostrato un bel calcio offensivo. Tenendo conto dei nostri risultati precedenti che non ci sono piaciuti, e anche il nostro gioco a volte non ci è piaciuto, oggi, si spera, è stata una partita chiave che potrebbe cambiare completamente il nostro pensiero, il pensiero dei nostri giocatori e ci stimolerà per il la prossima partita. La partita contro la Roma sarà davvero difficile, ma nel calcio tutto è possibile. Se riusciamo a segnare due gol all'inizio, penso che sarà tutto molto più facile. Speriamo in un risultato positivo"

Pensi che avete qualche possibilità di farcela in Europa League dopo lo 0-3 contro la Roma all'andata?
"Come ho detto, ci sono sempre delle possibilità. Il punto è che non abbiamo bisogno di prepararci davvero per questa partita. Tanto più che al momento siamo mentalmente in ascesa. Pertanto, penso che la cosa principale è quello di prepararsi bene, di essere mentalmente rilassati, da un lato, e concentrati dall'altro. Se ci saranno questi due fattori…Inoltre, giochiamo in casa – ci saranno tifosi presenti. Spero che il dodicesimo uomo ci aiuti".