Chi sarà il centravanti della Roma nella prossima stagione? La risposta, da contratto, sarebbe Edin Dzeko, ma visti i precedenti, pure recenti, noi questa certezza non l'abbiamo. Anche perché l'età del bosniaco in ogni caso obbliga la Roma a cercare un nome che ne possa raccogliere, magari pure gradualmente, l'eredità. Chi, allora?

Se sulla panchina rimarrà Paulo Fonseca, crediamo di non sbagliare indicando il nome di Milik. Il portoghese ci aveva fatto la bocca già nel mercato estivo e, per quello che ci risulta, prima ancora della fase acuta del caso Dzeko, il tecnico alla società ha continuato a chiedere il polacco (e questa cosa non ha fatto piacere al bosniaco). Ora Milik si è trasferito al Marsiglia, ma per accettare il club francese ha preteso che nel suo contratto fosse inserita una clausola da dodici milioni per liberarsi. Una cifra più che accettabile, se non fosse che molte fonti di mercato indicano nella Juventus il club che lo avrebbe già prenotato.

In alternativa a Milik, un nome che intriga i dirigenti giallorossi è quello di Vlahovic. Qualche mese fa il procuratore del serbo è stato a Trigoria per manifestare la disponibilità del suo assistito al trasferimento in giallorosso. La Fiorentina chiede trenta milioni (trattabili), il giocatore a Firenze guadagna poco più settecentomila euro. Sono numeri che possono portare alla fumata bianca.