Gli occhi della Roma e dei suoi tifosi stasera alle 20 saranno puntati sul Sankt Jakob-Park di Basilea, dove la formazione di casa ospiterà il Paok Salonicco nella gara di ritorno del secondo turno preliminare di qualificazione alla Champions League. L'eventuale eliminazione degli svizzeri, sconfitti 2-1 all'andata allo Stadio Toumbas, regalerebbe ai giallorossi l'aritmetica "promozione" in seconda fascia in vista del sorteggio dei gironi (in programma il 30 agosto a Montecarlo). Come è noto, gli uomini di Di Francesco sono al momento la prima formazione della terza fascia, e nel ranking Uefa sono preceduti da Basilea e Benfica che devono passare per le fasi di qualificazione.

Alla squadra greca basterebbe quindi anche un pari per accedere ai playoff e fare un regalo alla Roma. La vincente se la vedrà contro lo Spartak Mosca nel doppio confronto in programma il 7 e il 14 agosto. Date in cui scenderà in campo anche il Benfica contro i turchi del Fenerbahce.

Tira una brutta aria in casa Basilea: dopo due ko di fila, il tecnico Wicky è stato esonerato e al suo posto è arrivata la coppia composta dall'ex bomber rossoblù Frei e Schaellibaum. Confermati le assenze pesanti di Signori, Kuzmanovic e Xhaka, i padroni di casa si affidano a van Wolfswinkel e Albian Ajeti in avanti e ritrovano Widmer in difesa: proprio quest'ultimo, nella gara d'andata, ha riacceso le speranze dei suoi con il gol che all'82' ha riaperto i giochi. I greci, allenati da Razvan Lucescu (figlio di Mircea), sognano l'impresa, forti del gol di vantaggio: lì davanti, la sicurezza è lo svizzero naturalizzato serbo Aleksandar Prijovic, a segno nel match d'andata.