Al termine della sconfitta contro la Juventus, il centrocampista della Roma Jordan Veretout ha parlato ai microfoni di Sky e Roma Tv. Queste le sue parole.

Voi belli ma loro segnano...
"Abbiamo fatto una buona partita e fatto il nostro gioco, ma abbiamo sbagliato l'ultimo passaggio. Loro hanno avuto due-tre occasioni e hanno fatto due gol. Dobbiamo continuare così, siamo sulla buona strada. Già domenica prossima dobbiamo vincere perché il campionato si gioca fino alla fine".

Faticare contro le grandi sta diventando un limite definitivo?
"No, abbiamo giocato contro una grande come la Juve, è sempre difficile. Abbiamo fatto bene giocando con fiducia, è mancato solo l'ultimo passaggio. Dobbiamo migliorare su questo e già domenica abbiamo una partita importante".

Pirlo ha detto di aver imparato dalla partita d'andata, oggi hanno fatto la partita contraria.
"Oggi abbiamo avuto la palla, all'andata hanno fatto il nostro gioco e siamo riusciti ad andare in profondità. Oggi è stato il contrario, ma credo che abbiamo fatto bene fino agli ultimi metri, dobbiamo lavorare sulla finalizzazione ma penso che potevamo anche vincere perché abbiamo avuto tante occasioni, siamo andati sempre in area loro ma non abbiamo segnato, loro sì".

Veretout a Roma TV

La differenza l'hanno fatta i gol...
"Abbiamo giocato bene oggi, ma non abbiamo segnato, loro invece ne hanno fatti due. Abbiamo giocato con fiducia, senza paura di niente, ma dovevamo fare il passaggio giusto negli ultimi 30 metri per segnare. Dobbiamo continuare a lavorare con fiducia e vinceremo altre partite".

Come mai gli errori negli ultimi metri?
"Un po' di precisione e pazienza nelle scelte, ma dobbiamo continuare così. Questa sera siamo arrivati tante volte in area della Juventus. Abbiamo dimostrato in questa stagione che siamo una grande squadra, dobbiamo continuare così e, con fiducia, andiamo avanti".

Perché pochi tiri da fuori area?
"Sì, è vero, penso che dovremmo calciare di più, anche io dovrei farlo con più frequenza. Oggi non abbiamo fatto bene negli ultimi 30 metri, dobbiamo lavorare su questo, perché abbiamo tanti calciatori di qualità per tirare da lontano. Oltre a questo, quando crossiamo dobbiamo avere più presenza dentro l'area. La cosa più importante però è che oggi abbiamo giocato con fiducia, portando avanti il nostro calcio, dobbiamo lavorare sugli ultimi metri. Sappiamo che possiamo fare gol a tutte le squadre, anche se oggi non ci siamo riusciti. Ora lavoriamo che già domenica prossima ci aspetta una partita importante".

Soprattutto nel primo tempo avete provato ad attaccare molto di più a sinistra, era stato preparata così la gara?
"No, lavoriamo sempre sulle due fasce, oggi siamo andati un po' di più a sinistra. Siamo abituati a giocare insieme con Spinazzola e Mkhitaryan, lavoriamo per mettere in difficoltà l'avversario, ma dovevamo trovare più la profondità per fare male all'avversario e fare il nostro gioco. Dobbiamo continuare a lavorare così. Oggi abbiamo perso ma siamo qui, già domenica prossima sarà una partita molto importante contro l'Udinese".