Un vecchio ma sempre valido adagio recita: la miglior difesa è l'attacco. Eppure a volte il miglior attacco è la difesa. Non si tratta di un'iperbole guardiolana. Non soltanto, perlomeno. I numeri stagionali della Roma sono lì sul banco, a testimoniarlo. E al tempo stesso a raccogliere il testimone di chi ha indicato la via italiana verso il successo: vince chi subisce meno. La squadra guidata da Di Francesco difficilmente ha subìto in questo avvio di stagione. Dal punto di vista del gioco, ma soprattutto dei gol incassati. In ben cinque occasioni su otto, quattro su sei restando al solo campionato, Alisson ha terminato la partita con la porta immacolata. Dopo la sfida con l'Inter, che definire sfortunata è esercizio di puro eufemismo, i giallorossi hanno raccolto soltanto vittorie, e un unico pallone in fondo alla propria rete, peraltro ininfluente (all'ultimo minuto della partita con l'Udinese, fino a quel momento saldamente sul 3-0).