La Roma conosce il suo prossimo avversario in Europa League: ai sedicesimi di finale giocherà contro il Braga. La doppia sfida andrà in scena il 18 e il 25 febbraio 2021: l'andata si terrà in Portogallo, mentre il ritorno sarà allo stadio Olimpico.

La Scheda

Il Braga si è qualificato ai sedicesimi di finale grazie al secondo posto ottenuto nel Gruppo G dell'Europa League, dove ha sfidato il Leicester, lo Zorya e l'AEK Atene. Al termine delle 6 giornate ha chiuso a quota 13 punti a pari merito con la formazione inglese, ma non ha ottenuto la testa del raggruppamento a causa degli scontri diretti sfavorevoli. Durante il girone di qualificazione il Braga ha avuto un percorso netto contro Zorya e AEK, contro cui ha ottenuto quattro vittorie, mentre non è mai riuscito a superare il Leicester (sconfitta 4-0 in Inghilterra, pareggio 3-3 in casa).

In campionato, dopo 9 partite la formazione portoghese è quarta in classifica a quota 18 punti, a cinque lunghezza dallo Sporting Lisbona capolista. Tra le prime quattro, il Braga è la squadra che ha realizzato meno gol, 14, ma è anche la seconda difesa migliore, con 9 reti incassate.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da SC Braga (@sportingclubedebraga)

Descrizione tattica

L'allenatore del Braga Carlos Carvalhal schiera la squadra alternando un 442 e un 433. Se il primo sistema viene impiegato principalmente in campionato, in Europa League Carvalhal predilige il sistema con tre attaccanti. In nessuno dei due casi si tratta però di un sistema di gioco fisso: lo schieramento tattico dei calciatori è molto dinamico, data la buona duttilità dei giocatori deputati alla fase offensiva. Ago della bilancia è Medeiros, centrocampista di qualità che può ricoprire tutti i ruoli dal centrocampo in su. In base al suo collocamento cambia la disposizione tattica dei compagni: se è chiamato a fare la seconda punta al fianco di Paulinho, la squadra si sistema con un 4-4-2, dove gli esterni Galeno e Horta si abbassano sulla linea dei mediani Castro e Elmusrati. Se invece Medeiros viene schierato sulla linea dei centrocampisti, le ali si alzano per formare il tridente insieme all'unica punta Paulinho.

La stella

Il pericolo numero 1 della formazione portoghese è il centravanti Paulinho. Capocannoniere della squadra in Europa League con 3 gol in 6 presenze, è il fulcro dell'attacco del Braga. Classe 1992, grazie ai suoi 187 cm d'altezza Paulinho è un attaccante ben piazzato fisicamente, e sfrutta la sua prestanza fisica per difendere la palla spalle alla porta e far salire i compagni. Grazie alla sua buona scelta di tempo è abile sulle palle alte e il suo fiuto del gol lo rende molto pericoloso in area di rigore. Paulinho è nel giro della nazionale portoghese, e con la maglia del Portogallo ha anche segnato una doppietta in amichevole contro Andorra lo scorso 11 novembre.

Curiosità

Quella contro il Braga sarà una partita speciale per Paulo Fonseca. Il tecnico della Roma sarà un ex della sfida: nella stagione 2015-2016 ha infatti allenato la formazione portoghese, vincendo anche una Coppa di Portogallo contro il Porto.