Dopo la decisione dovuta alla situazione Coronavirus di non assegnare il Pallone d'Oro 2020, il periodico francese France Football, fondatore del riconoscimento, ha deciso di "correre ai ripari" istituendo una competizione parallela e altrettanto affascinante. I giornalisti, solitamente impegnati nell'elezione del miglior calciatore della stagione, dovranno questa volta svolgere un lavoro più ampio, votando il miglior undici di tutti i tempi. La novità di giornata è che nella formazione troverà sicuramente spazio Marcos Evangelista de Moraes, meglio noto come Cafu. Il brasiliano è stato infatti votato come miglior terzino destro di tutti i tempi dalla giuria composta da 140 giornalisti. "Pendolino" ha trscorso sei stagioni in maglia giallorossa, coronate da uno scudetto e da una Supercoppa italiana e ha vinto in due occasione (1994 e 2002) la Coppa del Mondo.

Queste le parole con cui è stato accompagnata la sua presenza nel miglior 11 di sempre dalla rivista: "Arrivato in Europa quando i 25 anni sono passati da un pezzo, poi dieci anni in Serie A tra Roma e Milan a segnare sempre di più gli animi. Doppio vincitore della Coppa del Mondo nel 1994 e nel 2002 (fu anche capitano della Seleçao in Giappone e Corea del Sud), Cafu è stato un modello nella posizione di terzino destro. Capace di difendere solidamente ma anche di avanzare e diventare un vero attaccante, l'ex San Paolo ha segnato la sua epoca. In un momento, nel 2020, in cui si parla sempre di più del ruolo offensivo dei terzini, non possiamo che ripensare alle incessanti discese di Cafu, che ovviamente ha saputo guarnire il suo palmares con scudetti conquistati sia con i romani che con i milanesi.