Il tecnico della Roma Paulo Fonseca ha parlato della sconfitta contro il Napoli ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue parole:

Squadra poco coraggiosa?
"Sì. Non abbiamo avuto il solito coraggio per affrontare una squadra come il Napoli. E' una storia semplice. Il Napoli ha meritato e non abbiamo fatto niente per avere un altro risultato".

Era un test importante per le vostre ambizioni per testare la vostra forza negli scontri diretti. I dati negli scontri diretti la preoccupano e ridimensionano la squadra?
"No. Non erano i migliori del mondo prima di questa partita e non sono i peggiori dopo. Ogni partita è un test per questa squadra, non solo quando si gioca contro le grandi. Abbiamo giocato bene contro le grandi, oggi no. Senza aggressività, senza coraggio e quando è così lo dobbiamo accettare e correggere quello che non abbiamo fatto bene".

Una Roma troppo brutta per essere vera. Perché? I ricambi non sono stati all'altezza?
"Io non voglio trovare scuse, non abbiamo giocato bene. Non siamo stati aggressivi, non abbiamo chiuso lo spazio tra le linee e loro sono entrati sempre con facilità. Non siamo stati corti e aggressivi in difesa. Poi una cosa strana è che nel primo tempo abbiamo iniziato bene ma non abbiamo continuato".

Come se lo spiega?
"Per prima cosa va detto che il Napoli è una grande squadra. Abbiamo fatto errori difensivi che gli hanno dato fiducia. In difesa abbiamo avuto sempre difficoltà. Poi come ho detto con la palla abbiamo giocato sempre senza circolazione, la perdevamo quando recuperavamo e abbiamo permesso al Napoli di uscire in contropiede".

Più un problema di assenze in difesa? La linea a cinque era molto piatta.
"Sono d'accordo. Principalmente sulla fascia destra. Non chiudevamo quando il difensore centrale o il centrocampista si abbassava per iniziare il gioco e non li invitavamo a giocare fuori. Quando giocavano larghi la nostra difesa rimaneva in zona senza aggressività in quel momento. Nel primo tempo soprattutto sulla fascia destra abbiamo avuto questo problema, la linea di cinque è rimasta a zona e non può essere così".

Si sentiva l'aria nello giocare oggi col tributo a Maradona?
"No. Per tutti noi che amiamo questo sport abbiamo visto Maradona era di sicuro un giorno diverso, ma quadno comincia la partita dobbiamo pensare solo a quello. Non è stata questa la questione a influenzare la partita".

Dzeko condiziona il vostro gioco?
"No. Non possiamo dimenticare che Dzeko è stato fermo tanto tempo. Ha giocato poco col Cluj e non è al meglio. Non possiamo trovare scuse, quando perdiamo così vuol dire che gli altri sono stati migliori".

Fonseca a Roma Tv

Serata storta?
"Dobbiamo dire che il Napoli ha fatto meglio, non abbiamo giocato come facciamo di solito, non siamo stati aggressivi e quindi è stato difficile giocare contro il Napoli. La squadra inoltre col pallone non ha avuto pazienza e fiducia. Senza aggressività e intensità il Napoli ha fatto meglio, hanno meritato".

Qual è stato il motivo della sconfitta?
"Non voglio trovare scuse, non abbiamo giocato come dovevamo. Abbiamo fatto giocare il Napoli facilmente tra le linee, siamo ripartiti male e abbiamo sofferto troppo il Napoli. Prima di questa partita non eravamo i migliori del mondo, ora non siamo i peggiori".

Stasera non c'è stata mai reazione. 
"Si, solo a inizio secondo tempo ci abbiamo provato. Ma la squadra ha sofferto, soprattutto a destra, e non è mai riuscita a ripartire. Abbiamo lasciato la palla al Napoli, che ha dominato la partita".

Troppa pressione per questo match?
"No, non credo. Abbiamo sbagliato contro una squadra fortissima, ora pensiamo alla prossima partita".