La Roma di Fonseca ha due facce, che si alternano in base alla competizione disputata. Questa volta non si parla però dei diversi giocatori che scendono in campo e del turnover, ma di una curiosa statistica riportata dal portale specializzato WhoScored sulle ammonizioni, che posiziona agli antipodi la squadra vista in Europa League e quella in Serie A.

Nei 3 match europei la Roma ha infatti collezionato 8 cartellini gialli: 5 nella gara inaugurale contro lo Young Boys e 3 contro il Cska Sofia, mentre non ne ha ricevuti nel 5-0 contro il Cluj. I capitolini subiscono una media di 2,6 ammonizioni a partita e sono la dodicesima squadra (su 48) del torneo per numero di sanzioni. La statistica è invece diametralmente opposta se si osserva il campionato, dove i cartellini gialli mostrati sono stati 10, ma distribuiti nell'arco di sette giornate, con una media di soli 1,4 a partita. Nel torneo la formazione è infatti al penultimo posto per numero di gialli vistisi mostrare, dietro solo al Napoli a quota 6, ma con una partita disputata in meno (lo 0-3 di Torino). 

Ciò che rende sorprendente il dato è un'altra statistica: in Europa League la squadra giallorossa commette mediamente meno falli rispetto a quelli fischiati in Serie A. Sono 12.3 le interruzioni di gioco medie per gara dovute a falli giallorossi in ambito europeo, mentre la media sale a 15.4 se si osserva esclusivamente la Serie A. Alla Roma viene inferto un cartellino giallo ogni 4.6 falli in Europa League, mentre ne viene mostrato uno ogni 10,8 nel massimo torneo italiano

Il titolo di "cattivone", riservato al calciatore che commette il maggior numero di falli a partita nella competizione europea va a Gonzalo Villar, a quota 2.3 di media. Lo spagnolo è anche al primo posto per numero di ammonizioni fuori dal confine italiano, 2, a pari merito con Bruno Peres e Karsdorp. Nel campionato la leadership di "fallosità" va invece a Roger Ibanez che, con una media di 2.1, lascia alle spalle i compagni Dzeko, Mancini e Veretout, fermi a 2.0. Qui i calciatori con più cartellini gialli sono Cristante e Veretout, anch'essi a quota 2. Nessun membro della squadra capitolina ha fin qui ricevuto espulsioni.