L'esterno della Roma Leonardo Spinazzola ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni dei giornalisti dopo la vittoria con l'Udinese. Queste le sue parole.

Spinazzola a Roma Tv

Sono arrivati i tre punti!
"Contro il Verona sappiamo che anche se abbiamo vinto non abbiamo ottenuto i tre punti. Contro la Juve meritavamo di vincere, questa l'abbiamo sofferta di più ma abbiamo portato a casa i tre punti. Adesso c'è la sosta ma questi tre punti sono ottimi".

Sei migliorato tanto dopo il lockdown...
"Non ci siamo mai fermati, da dopo il lockdown fisicamente sono sempre stato bene. Ora spero di continuare così, sto sempre meglio e speriamo di migliorare"

Ti senti più Italo o Frecciarossa?
"Regionale"

La percentuale di condizione fisica della Roma a che punto è?
"Siamo a un buon punto, normale che ci siano ragazzi nuovi e il mercato aperto, dobbiamo continuare. Dopo la sosta giochiamo ogni tre giorni e dobbiamo lavorare, noi che andiamo in nazionale abbiamo poco tempo per lavorare fisicamente. Abbiamo incontrato squadre con cui devi correre, per esempio il Verona e la Juventus, ma anche oggi Okaka e Lasagna sono due punte che ti fanno correre indietro"

Avete basato l'attacco con la spinta tua e di Santon?
"Giocando con il 3-4-3 è normale che il quinto entri in area per concludere il cross. È il modulo che ti ci porta, giocare a quattro è diverso"

Riprova il tiro di Verona per segnare!
"Magari!"

Spinazzola a DAZN

La vittoria?
"Siamo contenti perché dovevamo già vincere contro la Juventus. Abbiamo sofferto la loro profondità con Okaka e Lasagna, soprattutto Kevin è molto veloce. In mezzo al campo ci sono de Paul e Pereyra con qualità che ci hanno fatto allungare. Abbiamo preso 3 punti importantissimi".

Vedremo una Roma diversa quando entrerete in forma?
"Secondo me siamo a un buon livello, dobbiamo migliorare dal punto di vista difensivo e concretizzare ciò che creiamo, concludere con più cattiveria. Se la partita resta sullo 0-0, rischi sempre qualcosa".

Provare più conclusioni in porta?
"Il mister me lo dice sempre che posso provare a chiudere le azioni. Devo migliorare perché non ho molti gol alle spalle, devo essere più cattivo, devi seguire sempre l'azione e aspettare il momento giusto".

Come ti senti fisicamente?
"Sto bene, durante il lockdown ho lavorato tantissimo cosa che non ho fatto durante l'anno perché si giocava ogni tre giorni. Mi sono allenato per stare meglio e ho avuto la fortuna di stare bene e correre senza affaticarmi tanto le gambe, spero di continuare così".