Al termine di Roma-Juventus, terminata 2-2, il tecnico giallorosso Paulo Fonseca ha parlato ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue parole.

Prova convincente, mancata la cattiveria? Occasione sprecata?
"Sì, penso che abbiamo fatto una buona partita e non sono soddisfato del risultato. Abbiamo giocato per vincere".

Dzeko ha sbagliato due gol, c'entra la poca serenità?
"No, l'ho visto sereno e motivato. Oggi ha lavorato per la squadra. Sotto porta ha sbagliato, ma è sereno e motivato. Ha fatto una buona partita".

Siete calati dopo l'espulsione di Rabiot. Potevi mettere prima Diawara?
"Ho visto la squadra sicura, dopo l'espulsione abbiamo avuto 10-15 minuti di difficoltà ma non abbiamo concesso occasioni alla Juventus. Pellegrini era stanco e l'ho cambiato".

Solo due cambi, perché non di più?
"Noi possiamo fare cinque sostituzioni ma se vedo che la squadra sta bene non le faccio. Ho visto che stavano bene, ho chiesto a Micki, Pedro e Dzeko se stavano bene e mi hanno detto di sì. Se stanno bene non cambio".

Ha fiducia nella società? Aveva dato il permesso a Dzeko?
"Ho totale fiducia nella società, parlo sempre con il nuovo presidente. Stiamo lavorando per trovare le soluzioni migliori per la squadra. Su Dzeko era una situazione normale, che tutti capiamo e di cui tutti abbiamo parlato".

Pedro lo conosciamo, si è integrato bene. Parere su Kumbulla? L'ha aiutato la difesa a 3?
"Sono tre giovani i difensori, ma sono giovani di qualità. Abbiamo dimostrato che siamo forti difensivamente, Mirante non ha fatto una parata. Sono stati bravi i tre difensori".

Le piace Borja Mayoral?
"Non parlo dei giocatori che non sono qui"

Di solito sorride di più...
"Non sono soddisfatto della serata, sono soddisfatto con i ragazzi che hanno avuto coraggio e un grande atteggiamento, ma il risultato non mi soddisfa".

Cosa ha fatto quando ha saputo del 3-0 a tavolino?
"Non dico ciò che ci siamo detti, è stata una situazione difficile ma ora è passata, dobbiamo pensare al futuro".

Fonseca a Roma Tv

C'è maggiore soddisfazione o rammarico?
"Non sono soddisfatto per il risultato, abbiamo fatto una partita per cui potevamo vincere, abbiamo giocato con il coraggio e con la postura tattica. Sono soddisfatto per i ragazzi ma non per il risultato".

È un buon segnale?
"Abbiamo iniziato su un campo difficile con il Verona, oggi Antonio ha dovuto fare soltanto una parata. La differenza sta nel non finalizzare le tante occasioni create. È difficile accettare questo risultato, ma è soprattutto importante vedere che la squadra stia bene".

Oggi si sono visti molti concetti che lei chiede sempre. Ci siamo come organizzazione?
"È importante uscire alti in attacco, ma dipende da come è organizzata l'altra squadra. Contro questo tipo di squadre è importante che quando si recupera palla la squadra resti solida dal punto di vista difensivo".

Rizzitelli: "È un peccato non vincere dopo una prestazione del genere, mi piange il cuore..."
"Anche a me. La squadra ha avuto questo atteggiamento nella partita con il Verona, abbiamo creato le occasioni per vincere. Oggi abbiamo fatto lo stesso tipo di partita e oggi la squadra ha fatto bene, è la seconda partita in cui meritavamo di vincere. Sono segnali positivi.