"Cose da campo, di vent'anni fa". Il tecnico dell'Udinese Igor Tudor, in un'intervista alla Gazzetta dello Sport, commenta così il gesto che gli rivolse Francesco Totti l'8 febbraio 2004. Il Dieci, dopo il 4-0 rifilato dalla Roma alla Juve, mostrò al croato le quattro dita, aggiungendo il gesto che stava a significare: "zitto e a casa". Uno sfottò che fece il giro d'Italia, ma sul quale Tudor minimizza: "Se resto qui il prossimo anno e gioco contro la Roma, quando lo vedo gli do un bacio. Totti è uno dei più forti di sempre".