Niente da fare per Pau Lopez, che non riesce ancora a smaltire definitivamente le scorie della microfrattura al polso sinistro. Il problema rimediato nella prima settimana di allenamenti post lockdown, proprio quando la squadra era appena rientrata a Trigoria, ha costretto lo spagnolo ai margini in tutta la fase cruciale della preparazione in vista dell'appendice estiva di campionato. Si sperava di recuperarlo poco prima della ripresa effettiva dei giochi, ma i giorni si sono tramutati in settimane e le stesse parole rilasciate da Fonseca alla vigilia della sfida contro il Milan lasciavano intendere che il rientro fra i convocati sarebbe stato imminente, già in questa settimana.

Ma nei primi due giorni l'ex Betis è rimasto alle prese col lavoro individuale, rimandando ancora il ritorno in gruppo, e a questo punto darà sicuramente forfait per il match casalingo con l'Udinese di domani, difficilmente sarà della partita anche nell'impegno successivo a Napoli, in programma già domenica. Spazio nuovamente a Mirante, che finora si è comportato bene ogni volta che è stato chiamato in causa. Fonseca dovrà poi sostituire gli squalificati Pellegrini e Veretout: per il numero 7 si va verso uno spostamento al centro della trequarti di Mkhitaryan, con il probabile inserimento sull'esterno (sinistro) di Perotti. Nel ruolo del francese dovrebbe invece giostrare Cristante, mentre il ballottaggio sarà in regia, con Villar al momento favorito su un Diawara parso ancora un po' arrugginito nei due spezzoni di gara disputati dalla ripresa del campionato. Dietro dovrebbe rientrare Kolarov, che ha riposato a Milano.