Come riportato sul proprio sito ufficiale, la polizia del Merseyside conferma che nove uomini, di età compresa tra i 20 e i 43 anni, sono stati arrestati per vari reati tra cui tentato omicidio,  assalto alla Sezione 47, possesso di armi, possesso di  droga, danni criminali, ubriachezza e disordine prima e dopo la semifinale di Champions League contro l'AS Roma.

Un ferito grave e due arresti

Il sovrintendente capo Dave Charnock, ha dichiarato: "La stragrande maggioranza dei 52.500 tifosi presenti al gioco si è comportata bene e ha assistito a una buona partita di calcio. Tuttavia, una minoranza di tifosi di Liverpool e Roma è stata coinvolta in sacche isolate di disordine - ha affermato il sovrintendente, che ha poi aggiunto - durante un incidente, un uomo di 53 anni, tifoso del Liverpool, è stato aggredito vicino allo stadio durante quello che si crede sia stato un alterco tra i tifosi di Roma e del Liverpool. Attualmente è ricoverato al Walton Neurological Center, in condizioni critiche. Due uomini, di età compresa tra 25 e 26 anni da Roma, sono stati arrestati con l'accusa di tentato omicidio e sono stati portati in una stazione di polizia dove saranno ascoltati dagli investigatori".

Le indagini proseguono

Il sovrintendente ha parlato anche dei disordini avvenuti prima della gara: "Gli investigatori stanno anche indagando sull'uso dei razzi all'esterno dello stadio prima della partita. Alcuni di coloro che si erano radunati per salutare l'allenatore e la squadra di Liverpool erano in possesso di razzi e sono in corso indagini per identificare i responsabili e stabilire se i reati sono stati commessi ai sensi del Fireworks Regulation Act 2004 o della Sezione 80 della legge sugli esplosivi 1875. Esamineremo i filmati della CCTV, il nostro corpo indosserà le riprese della videocamera e collaboreremo con il club per identificare le persone coinvolte in uno di questi incidenti in modo che possiamo metterli davanti ai tribunali".