«Il Liverpool? Un'altra possibilità dopo la finale del 1984. Purtroppo non è una gara secca. Io quella finale l'ho vista a casa, sul divano. Avevo 7 anni». Così Francesco Totti, ospite d'onore ieri sera da "Amici di Maria De Filippi", a proposito del sorteggio delle semifinali di Champions League. Il Dieci è tornato anche sull'epica rimonta compiuta dai giallorossi contro il Barcellona: «La partita di ritorno era quasi considerata inutile, ci davano tutti per perdenti. Gli spagnoli ci avevano definito un bombòn. La gara d'andata era finita come il 90% delle persone si aspettavano. Mi viene la pelle d'oca a rivedere il 3-0, i ragazzi hanno meritato la qualificazione: è stata una partita memorabile».
Francesco quindi ha parlato del rapporto con Spalletti, che spesso lo ha fatto andare in panchina negli ultimi due anni della sua carriera: «Avevo il cuscinetto, ho dovuto lavorare il doppio per far notare all'allenatore che sbagliava, ma dalle cose negative si passa a quelle positive».