"E' un sorteggio di una semifinale, quindi c'è sempre ansia di conoscere subito l'avversario". Queste le dichiarazioni di Alisson dopo il sorteggio ai microfoni di Sky Sport. "Il Liverpool ha dimostrato il suo valore in questa Champions ed è in crescita. In Champions non ha ancora perso, quindi è un avversario difficilissimo per noi, ma dobbiamo fare del nostro meglio nel preparare la partita ed essere sempre concentrati. E' bello ritrovare Salah, un bravissimo ragazzo a cui tutti vogliamo bene. C'è anche il mio amico Firmino. Loro sono fortissimi, quindi dobbiamo lavorare molto bene per fermare il loro attacco. Abbiamo dimostrato il nostro valore e ce la metteremo tutta. Più difficile vincere la Champions o il Mondiale con il Brasile? Direi la Champions con la Roma. Dopo la gara con il Barcellona ho scambiato dei messaggi con Paulinho e lui mi ha detto che siamo fortissimi, che li abbiamo fatti soffrire molto. Ha fatto i complimenti anche per l'atmosfera nello stadio e mi ha detto di continuare così. Ho rivisto la partita dopo essere tornato a casa martedì notte: non riuscivo a dormire, quindi mi sono messo a letto e ho riguardato la partita. E' stata una grande emozione, come quella vissuta in campo.

Il brasiliano si proietta quindi verso il derby di domenica: "Significa tutto per la città e per le squadre: sarà una grande partita perché loro sono in un grande momento, ma hanno perso in Europa League. Questo è il calcio. Stanno facendo un buon lavoro e noi dobbiamo avere la massima attenzione, soprattutto al loro attacco: sarà una grande sfida, anche se vale comunque tre punti. E' sempre bello giocare un derby. Il cambio di modulo? E' una scelta del Mister che ha avuto successo, ma la cosa più importante è che negli allenamenti la squadra ha dato la disponibilità e ha creduto in quello che lui ci ha chiesto di fare. Abbiamo fatto qualcosa di incredibile, un pezzo di storia della Roma: rimaniamo con i piedi per terra però. Guardiamo avanti. Il mio futuro è il presente con la Roma: io e la mia famiglia siamo felici qui a Roma, ho un contratto e mi godo questo momento. Siamo una grande squadra, stiamo correndo per la prossima Champions: ora penso a questo".