Lorenzo Pellegrini ha fatto una sorpresa ai ragazzi dell'Istituto Comprensivo Via Boccea 590. Il centrocampista giallorossa ha dato seguito alla classica iniziativa di Roma Cares "A Scuola di tifo". Di solito i calciatori fanno fisicamente visita ai ragazzi ma stavolta, vista la quarantena, si è collegato in videochiamata e ha trascorso del tempo con loro rispondendo alle loro domande.

Queste le sue parole: "Mi fa tanto piacere stare qui con voi. Bravi ragazzi vi faccio un applauso, avete racchiuso tutto quello che è lo sport e quello che noi cerchiamo di trasmettervi. Voto 10 per me, non so i professori (ride, ndr). Il rispetto, l'onestà sono alla base della vita non solo dello sport. Lo sport rispecchia quello che siamo anche fuori. Io ho una bambina di otto mesi e mi auguro per lei né che diventi una grandissima sportiva o chissà cosa ma solo che diventi una persona onesta. La Roma ha deciso di donare dei tablet per proseguire le lezioni cosi in video chiamata come le starete facendo per chi non ha la possibilità di averlo. E' un gesto che la Roma ci tiene a fare e che ci rende tutti orgogliosi".