Le parole di Diego Perotti dopo la fine della partita, ai microfoni di Premium Sport:

Grande delusione, anche per gli autogol...
"Mi sono mangiato il pareggio, poi l'autogol. loro sono fortissimi poi se li aiuti diventa ancora più difficile. Quello è un errore che non si può fare devo migliorare".

Dovete ancora migliorare?
"Si, forse il secondo gol dopo lo sbaglio mio ci ha dato mentalmente uno schiaffo. Dopo il 3-1 non dovevamo prendere il quarto per giocarcela in casa, abbiamo sbagliato tutti nel tornare e nell'impostazione. Non è solo colpa di Gonalons, abbiamo difeso tutti male. Quando si vince siamo contenti, quando si perde non è colpa dei singoli".

Avete avuto modo di parlare con l'arbitro?
"In campo non l'avevo visto, ha sbagliato l'arbitro come ho sbagliato io davanti la porta. Dobbiamo fare meglio".

La Spagna è così tanto avanti all'Italia?
"La partita amichevole contro la Spagna era particolare perché mancavano Aguero, Di Maria e Messi, la partita era condizionata. Loro sono forti, faranno bene, hanno vinto un mondiale. Quattro gol oggi sono troppi, non so se quella è la differenza, almeno oggi. Il Barcellona mi è sempre piaciuto, ma oggi il risultato è un po' bugiardo e se sbagli i gol come quello sbagliato da me diventa dura".

Roma TV

Peccato.
"Peccato, duro il 4-1. Grave il mio errore sull'1-0. Me lo porterò dietro per molto tempo. Errore grave per un professionista".

Come hai sbagliato?
"Un avversario che ti salta davanti, tu che non la vedi bene... non ci sono alibi quando giochi un quarto di finale di Champions. Non devi sbagliare. Questa sconfitta è colpa mia (seguono lamentele in studio, ndr)".

Tu però ci hai dato la qualificazione a questa Champions.
"Il passato è il passato. Dovevo fare l'1-1. Poi sfortuna, tanta sfortuna. Loro ti mettono in difficoltà e si creano la loro fortuna portandoti all'errore e costringendoti all'autogol".