Le dichiarazioni di Juan Jesus dopo la vittoria contro il Torino:

MEDIASET

Ronaldo era il tuo idolo?

"Per chi è brasiliano era sicuramente un idolo, un vero fenomeno"

Ci puoi spiegare la prestazione del primo tempo?

"Abbiamo sofferto nel primo tempo, nel secondo tempo abbiamo fatto 3 gol e giocato benissimo"

Siete diventati resilienti?

"Ci sta di soffrire ogni tanto ma non troppo, dobbiamo dare più sicurezza, abbiamo dimostrato oggi la nostra grandezza contro il Torino, adesso ci aspetta una partita importantissima"

Quante e quali garanzie vi da Alisson?

"Alisson ci da grandi garanzie, già ci conoscevamo da piccoli e sapevo che poteva diventare un grandissimo portiere"

Martedì c'è lo Shakhtar, tua figlia ha compiuto gli anni due giorni fa, le regalerai la qualificazione?

"Spero di regalare sia a lui che alla Roma il passaggio del turno"

SKY

Avete difficoltà a segnare alle squadre che si chiudono?

"Non credo perché le squadre che vengono qui si difendono sempre, nel secondo tempo abbiamo cambiato atteggiamento e abbiamo fatto benissimo. Dobbiamo migliorare ad inizio partita per avere più fiducia"

Te lo aspettavi così forte Alisson?

"Io lo conosco da quando avevo 12 anni, adesso ha trovato la fiducia giusta e sta dimostrando quello che vale. Ha anche un fratello, si diceva fosse più forte di lui"

Quindi c'è un altro Alisson?

"Sì è più grande di lui. Ha giocato anche in nazionale ma poi si è fatto male. Il calcio è così.

Come giudichi la prova di Schick?

"Lui è ancora giovane, ha bisogno di tempo e pazienza perchè fa cose incredibili, ma gli servono continuità e fiducia, dimostrerà il suo valore"

Lo Shakhtar ha molti brasiliani, come si affronta?

"Non dobbiamo dargli spazio e profondità perché sono velocissimi, poi faremo la nostra partita. Dobbiamo essere attenti e concentrati perché sarà difficile"