Bryan Cristante è stato uno dei protagonisti di Roma-Gent e dopo la partita si è intrattenuto in zona mista a parlare con i giornalisti:

Carles Perez è già pronto per i grandi palcoscenici?
"Perez è un ottimo giocatore. È giovane e dobbiamo dargli il tempo di ambientarsi ma ha fatto già vedere ottime cose".

Questa vittoria basta per uscire dalla crisi?
"È importante, è il primo tassello. Dobbiamo ripartire da questa vittoria, dal non prendere gol. Domenica ce n'è un'altra".

Oggi Pellegrini è stato un po' fischiato quando è uscito dal campo. Fonseca ha detto che sente la responsabilità di questo momento. Secondo te è solo questo oppure magari è anche un problema fisico?
"Lorenzo è un grande giocatore, ha fatto sempre vedere ottime cose. Capita a tutti i giocatori di fare magari una partita meno bella. Non vedo nessun problema". 

Non prendere gol quanto è stato importante sia per la gara di ritorno ma anche per la fiducia?
"Importantissimo, era una delle prime cose da fare la vittoria, se era possibile, senza prendere gol. Ci siamo riusciti, non in modo perfetto però è un giusto punto per ripartire". 

A centrocampo la palla non circola velocemente come ad inizio anno. Che spiegazione ti sei dato?
"È il momento, quando vinci è più facile giocare bene e trovarsi a memoria, quando sei nei momenti difficili diventa tutto più complicato".

In passato hai segnato tanto? Che cosa è cambiato dall'Atalanta alla Roma, solo la posizione?
"Chiaramente all'Atalanta ero dietro alla punta, qui mi trovo centrocampista basso e ovviamente arriva qualche gol in meno. Ma non ci sono problemi".