Kevin Strootman è stato protagonista di una diretta Facebook tramite il profilo ufficiale del club giallorosso in cui ha risposto alle domande poste dai tifosi. Queste le dichiarazioni del centrocampista olandese:

Che colazione fai?
"Non bevo caffè, ma mangio sempre bene a Trigoria, con yogurt e frutta, o pane con prosciutto, pollo... o una spremuta"

Se non fossi diventato calciatore, cosa avresti fatto?
"Fin da piccolo volevo essere calciatore, e meno male lo sono, perché sennò non avrei saputo cosa fare"

Per quale squadra tifavi da bambino?
"Per l'Ajax. Abitavo a Rotterdam e quindi molti miei amici erano del Feyenoord, io dell'Ajax. Poi quando sono andato a Utrecht dove c'è grande rivalità ho smesso di tifarlo"

Chi c'era quando lo tifavi?
"Litmanen, Kluivert, quelli che vinsero la Champions. Anche Ibra dopo"

Il gol più bello che hai segnato?
"Quello contro il Napoli con il tiro da 25 metri, in un momento importante: è stato speciale"

Il momento più bello con la Roma?
"Il gol contro la Lazio: se segni un gol così importante e vedi gli occhi dei tifosi è una cosa incredibile. Veramente un momento emozionante: era anche il primo gol in casa dopo l'infortunio"

A Dzeko hai detto qualcosa in quella circostanza?
"Non mi ricordo bene, forse ho detto qualcosa in bosniaco, o in italiano, o in olandese"

Sarà una Serie A più equilibrata?
"Penso di sì, ci sono tante squadre favorite: Napoli, Milan, noi, la Juve, la Lazio. Negli ultimi anni la Juve ha vinto facilmente, ma stavolta forse sarà più difficile. Ma è presto, vediamo a gennaio o a febbraio"

Che cosa ti aspetti dalla partita in casa del Qarabag?
"Sarà molto difficile perché hanno perso 6-0 col Chelsea e in casa vorranno vincere. Hanno meritato di giocare la Champions' e vogliono far vedere ai tifosi il loro valore"

Chi è più casinaro tra Florenzi, Peres, Nainggolan e Manolas?§
"Hai detto tutti quelli giusti: parlano tanto, ogni tanto pure troppo. Forse Manolas: bravissimo ragazzo, ma ogni tanto negli spogliatoi è un po' pesante"

Che rapporto hai con Nainggolan?
"Molto buono, sia in campo che fuori. Averlo in squadra è speciale: è uno dei centrocampisti più forti al mondo perché sa fare tutto e può giocare in qualsiasi squadra. Siamo felici che sia rimasto qua"

In che lingua parlate tu e Radja?
"Dipende, di solito italiano, soprattutto in partita. Se devi dire qualcosa che nessuno può sentire, tipo gli avversari, parliamo in olandese. 80% parliamo italiano"

Come mai per il calcio olandese è un momento difficile?
"E' difficile, non abbiamo più un allenatore forte come due anni fa. Dobbiamo lavorare molto e aspettare i giocatori che arrivano. Abbiamo anche tanta sfortuna con gli infortuni. Anche ora sarà difficile raggiungere il Mondiale, ma dobbiamo lavorare e andare avanti: arriverà un momento migliore. Per noi è molto importante"

Hai dato consigli a Florenzi durante il suo infortunio?
"Sì, ho parlato spesso con lui, ma anche lui mi ha visto in palestra. Ha fatto tutto da solo, anche se tutti lo hanno aiutato, ma alla fine sei tu che devi fare il lavoro duro. E' tornato alla grande e ha fatto subito una partita ottima, mentre io ci ho messo molto a tornare in forma. Assist e partita splendida, siamo contenti"

Che ne pensi del ritorno della Curva Sud?
"Finalmente! Lo stadio deve essere sempre così, non mi piace vederlo senza la Curva Sud: dà qualcosa in più nei momenti difficili. E' un sostegno che ci servirà molto"

Come è stato assistere alla cerimonia d'addio di Totti?
"E' stato speciale. Se ho pianto? No, sono olandese... Tutto il mondo l'ha visto: è stato speciale essere in campo quel giorno e averci giocato per 4 anni. Per noi è ancora importante e siamo contenti che sia rimasto come dirigente, anche se è strano vederlo in tribuna"

Cosa sono diventate per te Roma e la Roma?
"Difficile spiegarlo... Il club mi ha sempre sostenuto in ogni momenti, positivi e negativi. Adesso sono tornato in campo. Roma è splendida, se ho due giorni liberi non voglio tornare in Olanda, resto qua perché si vive bene. Città e club sono speciali per me"

Come fai a non sorridere mai in campo?
"Forse dopo un gol sorrido. Io sorrido ogni tanto, ogni tanto"

Chi è più cattivo tra te e Kolarov?
"Lui, ma si vede subito!"

Qual è la tua canzone preferita? O un cantante?
"Ci penso"

Guardi qualche serie tv?
"Metto sempre Netflix: Narcos, Breaking Bad, Entourage (una cosa di dieci anni fa): questa ve la consiglio"

Sai cucinare? Il tuo piatto forte?
"Sì, cucino. Non dico che sono bravo, però se sono da solo a casa cucino io. Anche la pasta... Il pollo, le verdure... Ogni tanto cucino, sì"

Piatto italiano preferito?
"Pasta aglio olio e peperoncino: buonissima! Purtroppo non posso mangiarla tutti i giorni, ma è buonissima"

Com'è il tuo rapporto con El Shaarawy?
"Lui ha tanti followers... Lui è una merda! (ride, ndr) No, ho sbagliato parola! E' un bravissimo ragazzo ed è molto importante per noi"

La canzone preferita allora?
"Non ce l'ho. Ci penso da qui a gennaio"