Paulo Fonseca ha parlato al termine della sconfitta per 4-2 in casa del Sassuolo, ecco le parole del tecnico della Roma:

Fonseca a Dazn

Cosa è cambiato rispetto alla Roma del derby?
"Sì, prima devo fare i complimenti al Sassuolo che ha giocato bene e ha vinto. Noi non abbiamo giocato il primo tempo. Non è possibile vincere difendendo così. È difficile spiegare una differenza così grande rispetto alla partita del derby. Non è possibile per una squadra che vuole vincere avere 45 minuti come quelli che ha fatto vedere la Roma".

Si aspettava di più?
"Sì, era una partita difficile ma non mi aspettavo che ad ogni attacco avremmo subito gol. È una cosa difficile da spiegare".

La cessione di Florenzi possa aver influito sulla squadra?
"No, non ho sentito questo. Penso che in questa partita non eravamo preparati mentalmente perché 45 minuti così per me non sono spiegabili".

Qual è stato il problema stasera?
"Penso che principalmente abbiamo sbagliato la pressione alta lasciando spazio alle spalle di Cristante. Ci sono stati molti errori individuali ma quando abbiamo pressato più alto abbiamo lasciato troppo spazio dietro Cristante".

Le ammonizioni di Pairetto?
"Non abbiamo perso per l'arbitro. Non voglio trovare scuse, siamo noi i responsabili. Io non capisco tutti questi cartellini per la Roma, 7 cartellini per noi non sono spiegabili".

Cosa le ha detto Dzeko a fine partita?
"Dzeko mi ha detto che non c'è bisogno di parlare con l'arbitro. Non era il momento per stare arrabbiato con l'arbitro. Mi ha tranquillizzato".

Questa sconfitta è figlia di un problema mentale?
"Per me è mentale. Se una squadra gioca come abbiamo giocato con la Lazio e dopo giochiamo così è un problema mentale".

Fonseca a Roma Tv

La Roma ha regalato il primo tempo
"Difficile da spiegare una cosa del genere, perché nel primo tempo non abbiamo giocato. Dopo abbiamo parlato, la squadra è stata meglio in campo nel secondo tempo, ma troppo tardi. Dopo i primi 45 minuti era tardi, non possiamo sbagliare così tanto difensivamente come abbiamo fatto nel primo tempo".

Il Sassuolo ogni volta che superava la metà campo era pericoloso...
"Abbiamo lasciato spazio tra la difesa e il centrocampo quando iniziavamo a pressare alto e ogni volta che si sono avvicinati alla nostra porta hanno segnato. Dopo il secondo gol abbiamo perso gli equilibri, è difficile capire perché non abbiamo giocato tutto il primo tempo".

L'amarezza è quella di vedere una squadra che abbandona il campo dopo 7 minuti
"Come ho detto penso che siamo entrati bene in campo ne primi minuti. Dopo il primo gol la squadra ha perso l'equilibrio, e dopo il secondo abbiamo perso totalmente l'equilibrio, abbiamo concesso spazi al Sassuolo che è una bellissima squadra e che in contropiede era sempre pericolosa".

Ripartire dal 3-0 è stato difficile
"Dopo l'intervallo la squadra è scesa in campo con altra aggressività e intensità. E' difficile spiegare perché nel primo tempo non abbiamo giocato, è una questione di aggressività, anche nel preparare la marcatura preventiva è stata diversa nei due tempi. Dobbiamo lavorarci perché non possiamo prendere gol come li abbiamo presi oggi"

È più sorpreso o preoccupato?
"Tutte e due. Dopo questo risultato sono preoccupato ma anche sorpreso, dopo la prestazione nel derby non mi aspettavo una partita come questa".