Il dottor Causarano, responsabile sanitario del club, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Roma Radio dopo l'operazione di Nicolò Zaniolo

Come sta Zaniolo?
"Ha affrontato l'intervento con serenità e maturità. L'intervento è perfettamente riuscito. L'ho salutato in serata, si era risvegliato e aveva battute per tutti. Resta un po' l'amarezza per l'infortunio. Era circondato dall'affetto dei suoi cari e si sentiva protetto anche dalla nostra presenza e dalla certezza di poter tornare a giocare come tanti alti giocatori che si sono sottoposti a questo intervento".

Tutti si chiedono quanto ci vorrà per il suo rientro.
"Lui già da oggi comincerà subito le prime fasi, è importanti ripartire in maniera precoce. La riabilitazione non ha dei tempi precisi, sono tempi personalizzati e standardizzati passo dopo passo. Valuteremo quali sono gli step che riuscirà a superare ma è impossibile dare oggi dei tempi di recupero. Cercheremo di agire nel migliore dei modi negli interessi del calciatore e della sua salute".

Qualcuno ha sollevato dubbi sulla gestione di un fastidio che aveva avuto nella settimana precedente.
"Nicolò non ha avuto nessun problema al ginocchio. L'articolazione è sempre stata sana fino all'infortunio. Zaniolo contro il Torino aveva riportato una contusione basso mediale che è un muscolo vicino al ginocchio. Una banalissima contusione e venerdì e sabato ha effettuato normalmente gli allenamenti. Il suo ginocchio non aveva nessun problema, solo una contusione come se ne vedono centinaia nelle partite di calcio. Lo abbiamo messo in campo in perfette condizioni poi la fatalità ha voluto che il crociato cedesse. Purtroppo sono infortuni frequenti e in aumento. Andiamo avanti nell'amarezza dell'infortunio e sicuri che tornerà più forte di prima".