Adesivi antisemiti: niente porte chiuse per la Lazio. Solo 50 mila euro di multa

Il Tribunale federale nazionale della Figc, presieduto da Cesare Mastrocola, ha graziato il club di Lotito. Il procuratore aveva chiesto due turni senza tifosi

La Redazione
25 Gennaio 2018 - 10:47

Niente porte chiuse. Il Tribunale federale nazionale della Figc, presieduto da Cesare Mastrocola, ha sanzionato la Lazio con un'ammenda di 50mila euro per quanto accaduto in occasione della partita casalinga di campionato contro il Cagliari dello scorso 22 ottobre, quando alcuni tifosi avevano introdotto e affisso all'interno della Curva Sud dell'Olimpico diversi adesivi riportanti l'effige di Anna Frank con indosso la maglia della Roma. Il procuratore federale aveva chiesto due turni a porte chiuse per il club biancoceleste e 50mila euro di ammenda. Richiesta accolta solo parzialmente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA