Ripartire: è questo l'imperativo nella mente di Cengiz Ünder, che stasera sarà titolare nella batteria di trequartisti alle spalle di Dzeko. Paulo Fonseca ha confermato che il turco ci sarà, proprio in virtù di quel turnover annunciato che porterà il portoghese a cambiare i cinque undicesimi della squadra scesa in campo venerdì sera a San Siro. E Cengiz sa di avere un'occasione importante per tanti motivi: in primis, per lasciarsi alle spalle un 2019 da dimenticare; due infortuni muscolari lo hanno tenuto a lungo ai box, tanto che il numero 17 non è ancora riuscito a ritrovare la condizione migliore.

Nel precampionato si era messo in luce come uno dei più brillanti, quindi il gol all'esordio contro il Genoa aveva fatto ben sperare; ma il ko in ritiro con la nazionale turca ne ha frenato il decollo, costringendo il ventiduenne sul lettino dell'infermeria per circa due mesi. Da quando è rientrato, cinque spezzoni di gara, una partita da titolare (senza brillare, a Verona) e la panchina di Milano. Ora, però, Cengiz vuole ritornare a brillare come ha fatto nel primo anno nella Capitale. E la partita contro il Wolfsberger, decisiva per le sorti della Roma in Europa League, è l'occasione ideale per rilanciarsi e proiettarsi al meglio verso il 2020. Che dovrà necessariamente essere migliore dell'anno che volge al termine.

I due jolly

Bravo nel dribbling e dotato di doti balistiche non comuni, Ünder abbina alla tecnica e alla corsa un'altra qualità che a Fonseca piace molto: quella di sapersi accentrare e di tagliare all'interno dell'area. Una caratteristica che Paulo, anche allo Shakhtar Donetsk, ha dimostrato di gradire nei due trequartisti di fascia del suo 4-2-3-1. Il turco non è nuovo a questo tipo di giocate (come testimonia peraltro l'unica rete che ha realizzato in questa stagione), ma deve ritrovare la freschezza atletica necessaria per metterle a frutto. Quando avrà ritrovato la migliore condizione, potrà essere una freccia perfetta all'arco giallorosso, pronta a scattare alle spalle delle difesa avversarie per raccogliere il suggerimento del Dzeko o del Pellegrini di turno.

Stasera, sulla corsia destra, sarà coadiuvato da Alessandro Florenzi, altro giocatore che ultimamente sta trovando poco spazio; anche il 24, come Ünder, in questo periodo ha lavorato a testa bassa per convincere il tecnico a dargli più spazio. Stasera lo avranno entrambi, a dimostrazione del fatto che, a prescindere dal turnover, Paulo Fonseca crede in loro: la posta in palio è alta, al netto delle assenze la scelta ricade su di loro. E Ünder vuole cogliere al volo la chance: per invertire la tendenza e tornare a essere il GranTurco ammirato in passato.