Lo storico Roma Club Testaccio compie oggi 50 candeline. Alle 18 è iniziata la festa con tanti ospiti e calciatori importanti. Tra le vecchie glorie che sono intervenute sul palco Sebino Nela, Aldair, Candela e Di Biagio. Ecco le loro parole:  

Le parole di Sebino Nela 

"Nesuno deve mai dimenticare che questi giocatori che hanno vestito questa maglia devono essere associati alla gente perché Roma la conoscono tutti. Qui sono passati calciatori come Aldair e Candela, ma l'amore per questa squadra resta sempre. Quando abbracciavo i compagni in campo era come se avessi abbracciato una persona qualsiasi in questa piazza. I sentimenti sono questi. Credo sia un giusto riconoscimento essere qua, cinquanta sono tanti ma tutti meritati". 

Le parole di Aldair

Che vuol dire rimanere a Roma e perché si sceglie questa città?
 "Quando arrivi in una società non ti aspetti di rimanere tanti anni. Piani piano mi sono innamorato della squadra, della tifoseria e così sono rimasto".

Qual è il tuo ricordo più bello legato alla Roma?
"Ci sono tanti ricordi però il regalo più grande è la tifoseria della Roma".  

Le parole di Candela

Roma ipnotizza e ti cattura, soprattutto chi è straniero e chi si sente di essere assorbito da questi colori. Cosa significa per te?
"Per me sono importanti i fatti e non le parole. Sono 23 anni che sono arrivato e ho avuto fin dall'inizio un grande amore con questo popolo che ringrazio perchè mi ha fatto sentire importante per tanti anni e lo stanno facendo anche stasera".

Le parole di Di Biagio

"Per me essere qui era doveroso, conosco questa piazza con le piazze e i suoi mercati. E' una grande emozione per me. Conoscete la mia storia, quando Franco Sensi e Mazzone mi chiesero di venire a Roma non dubitai nemmeno un secondo. Mi sento molto vicino a questa società e alla famiglia Sensi".