Nel corso di un'intervista a 'Calciomercato.it, Marco Giannitti, direttore sportivo del Frosinone, è tornato a parlare delle trattative che avrebbero potuto portare Alisson Gerson in Ciociaria, con la formula del prestito, confermando l'ottimo rapporto con la Roma. "Con la Roma il rapporto è speciale, ho anche un presidente con il cuore giallorosso e non ne fa mistero. Era ottimo il rapporto con Sabatini direttore perché lo avevo avuto ad Arezzo come dirigente e io giocavo in porta lì. Quando gli parlai di Alisson aveva avuto già anche lui ottime referenze. E poi Gerson da poter svezzare da noi prima di lanciarlo all'Olimpico. E' vero, due operazioni che avremmo potuto condurre in sinergia e invece niente. Ricapiterà, sono certo. Con il dg Baldissoni, che merita i complimenti per la forza con cui ha condotto la vicenda stadio di proprietà, il rapporto è già ottimo. Ho visto Monchi e mi ha fatto l'onore di regalarmi il suo libro. Qualche volta ci si era sfiorati nei mercati passati tra Spagna e Italia. Magari ora si parlerà di più. Monchi ha grande passione e competenza. Lo stimo".

Il 2017 è stato un anno da record per il Frosinone, la squadra che ha ottenuto più punti (73) in Serie B nell'anno solare. "Dentro i numeri va letta una continuità di rendimento importante. Questa è la strada per andare lontano. Questa è la strada per un Frosinone stabile e quadrato nel tempo, come lo vuole il presidente Stirpe. Lo stadio, in questo percorso è un altro tassello di cui la città e la gente devono andare fieri. Come noi siamo fieri dei nostri tifosi".