C'è una Roma a Trigoria e un'altra in giro per il mondo. Lo sa bene Gianluca Petrachi, che oltre a lavorare sul mercato in entrata ha dovuto mettere a punto una serie di operazioni in uscita per piazzare almeno temporaneamente i molti esuberi presenti in rosa. Sono numerosi i giocatori di proprietà della Roma andati via in prestito, in Italia o in Europa. Alcuni a titolo temporaneo, altri con la possibilità di riscatto da parte del club che li ospita, altri infine con un riscatto condizionato. Ecco la Roma in giro per il mondo. 

Bruno Peres - San Paolo

Il terzino brasiliano, a cui la Roma deve una "parata" contro lo Shakhtar fondamentale per la cavalcata Champions della stagione 2017-18, è ancor in prestito al San Paolo. I brasiliani potranno utilizzarlo fino a dicembre 2019, quando terminerà il campionato e dovranno decidere se usufruire del diritto di riscatto a 6 milioni. Difficile che ciò accada, considerando che in campionato il tecnico Cuca lo ha convocato solo due volte, tenendolo in panchina, ed è di fatto un giocatore fuori squadra.

Umar Sadiq - Partizan Belgrado

Il nigeriano è alla sesta esperienza in prestito da quando è un giocatore di proprietà della Roma. Dopo Bologna, Torino, Nac Breda, Rangers e Perugia, Sadiq si è trasferito al Partizan Belgrado. In Serbia il centravanti classe 1997 ha già giocato 10 partite tra campionato ed Europa League, mettendo a segno tre gol. Il club serbo, che ha pagato 100mila euro per il prestito, ha il diritto di riscatto a 1,7 milioni

Rick Karsdorp - Feyenoord

Il terzino olandese è tornato in patria dopo due stagioni sfortunate e vestirà la maglia del Feyenoord, la sua squadra prima dell'avventura italiana. L'accordo prevede un prestito gratuito di una stagione. Finora Karsdorp ha giocato cinque partite agli ordini di Jaap Stam, brillando particolarmente in quella contro l'Hapoel Beer Sheva nei preliminari di Europa League, nella quale ha fornito due assist vincenti. 

Steven Nzonzi - Galatasaray

Nzonzi si è trasferito al Galatasaray in prestito, ma è notizia di questi giorni che, almeno inizialmente, l'obiettivo di Petrachi fosse quello di uno scambio di giocatori con i giallorossi di Turchia. La squadra di Istanbul ha la possibilità di estendere il prestito per un'altra stagione, fino al 30 giugno 2021, pagando mezzo milione. L'acquisizione a titolo definitivo costerebbe al club 16 milioni entro il 30 giugno 2020 e 13 milioni entro il 30 giugno 2021.

Ante Coric - Almeria

Il giovante talento croato in Andalusia sta trovando più spazio che a Roma. Per lui, per ora, due scampoli di partita: 14 minuti col Huesca e 5 col Malaga nel derby vinto sotto gli occhi di Monchi. Il fantasista si è trasferito in Segunda Division per 400mila euro, ma l'accordo prevede la possibilità da parte dell'Almeria di acquistarlo a titolo definitivo, al verificarsi di determinate situazioni sportive, per 6 milioni di euro.

Robin Olsen - Cagliari

Il portiere svedese proverà a sostituire l'infortunato Cragno per almeno mezza stagione al Cagliari, per poi giocarsi il posto con lui. Petrachi lo ha mandato in prestito secco in Sardegna, dove per ora ha giocato 90 minuti contro l'Inter nella sconfitta per 1-2, prima della sosta. Una sua buona stagione in rossoblù faciliterebbe molto il lavoro del ds giallorosso per il prossimo mercato. 

Patrik Schick - RB Lipsia

Il diamante grezzo a Roma non si è sgrezzato: proverà a farlo in Germania, dove al Lipsia c'è chi ancora crede in lui. Sono 3,5 i milioni versati dal club di proprietà della Red Bull per il prestito di un anno, più eventuale altro mezzo milione di bonus. I tedeschi godono di un diritto di riscatto per 28 milioni ma, in caso di qualificazione alla Champions, la cifra salirebbe a 29 milioni. Schick non ha ancora avuto l'occasione di giocare: potrebbe farlo il 14 settembre, quando il Lipsia giocherà contro i campioni del Bayern Monaco.

Gregoire Defrel - Sassuolo

Dopo l'esperienza positiva alla Sampdoria (11 reti in 36 partite), Gregoire Defrel è tornato in prestito al Sassuolo, la squadra in cui è sbocciato tra il 2015 e il 2017. Il prestito è stato pagato dai neroverdi 3 milioni e prevede, al verificarsi di determinate condizioni, l'obbligo di acquisizione a titolo definitivo per 9 milioni di euro e il pagamento di un corrispettivo variabile di minimo 1 e massimo 2 milioni.

Maxime Gonalons - Granada

E' stato l'ultimo colpo di Petrachi, chiuso quando il mercato italiano era già chiuso, mentre in Spagna c'erano ancora due ore per tesserare giocatori. Gonalons si è trasferito in prestito gratuito e giocherà in Liga. Anche in questo caso l'accordo prevede, al verificarsi di determinate situazioni sportive, l'obbligo di acquisizione a titolo definitivo per 4 milioni di euro. 

Gli ex Primavera

Tra i giocatori in prestito ci sono anche alcuni giovani del vivaio giallorosso non più in età da Primavera, distribuiti in Italia per crescere e provare a collezionare qualche presenza nel calcio dei grandi. In Serie B c'è solo il centravanti Celar, al Cittadella; in Serie C invece la colonia è folta: il centrocampista Pezzella è passato questa estate al Modena, il portiere Greco è alla Vibonese, il laterale sinistro Valeau all'Imolese, infine Keba, attaccante, al Rende. C'è poi Matias Nani, centrale difensivo argentino in prestito al Central de Cordoba, che ha collezionato finora cinque presenze in Superliga e che il 9 febbraio affronterà De Rossi.