L'esperimento Pastore è rinviato ancora: Paulo Fonseca già a Perugia avrebbe voluto vedere come se la cavava l'argentino contro la più forte delle squadre umbre, dopo i buoni riscontri contro Gubbio e Ternana, ma un fastidio muscolare accusato dal giocatore alla vigilia della gara aveva cambiato i suoi piani. Che verranno rinviati a data da destinarsi: magari lo proverà di nuovo al Renato Curi, dove la Roma tornerà il 7 per sfidare l'Athletic Bilbao, magari l'11 con il Real Madrid. Di certo non lo potrà fare oggi a Lille: la società aveva tenuto aperto uno spiraglio, ma alla fine, ieri, si è deciso di non rischiare, escludendolo dalla lista dei convocati per la trasferta in Francia.

Lista molto ridotta, con soli 19 giocatori: erano 23 in origine quelli per Perugia, prima dell'esclusione di Pastore e Defrel, rispetto a quella gara mancheranno anche Karsdorp e Nzonzi. Il terzino e il mediano, entrambi subentrati dopo l'intervallo mercoledì sera, ed entrambi sul mercato - in particolare il francese, ma il costo non ammortizzato è molto elevato, l'ingaggio anche, e non sarà facile piazzarlo - sono stati esclusi per problemi muscolari, definiti però di lieve entità. Non ci sarà un vice-Florenzi: oltre a Karsdorp è rimasto fuori anche Davide Santon. Ancora infortunato il 18enne Riccardi, fuori anche Coric, che qualche giorno fa ci aveva tenuto a far sapere, con un post su Instagram, che le amichevoli le stava saltando per scelta tecnica, e non per problemi fisici. A casa anche Defrel, che era stato escluso da Perugia-Roma perché la trattativa per la cessione al Cagliari sembrava a un passo dalla conclusione: c'è stato un rallentamento, ma la pista è ancora viva. Rinviato ancora l'esordio di Veretout: per il tecnico il francese deve ancora mettere nelle gambe qualche allenamento prima di farsi vedere con la nuova maglia. Escluso Olsen, ma non è certo una novità: il secondo portiere è Mirante, confermato dopo le ottime prestazioni dello scorso anno, lo svedese dovrà trovarsi una squadra.

Le formazioni 

Non dovrebbero esserci troppe novità rispetto alla gara di Perugia, la prima stagionale di Lorenzo Pellegrini, dopo il supplemento di ferie dovuto all'Europeo Under 21: Fonseca gli darà continuità in mediana, anche se ben difficilmente il numero 7 giocherà tutta la partita. Il guineano Diawara, in buona evidenza nelle prime amichevoli, nonostante le fatiche della Coppa d'Africa, potrebbe avere un po' di riposo, dopo aver giocato da titolare in 3 delle ultime 4 uscite: nella formazione iniziale dovrebbe tornare Bryan Cristante. Davanti, contro una squadra che lo scorso anno ha chiuso al secondo posto la Ligue 1, e che giocherà la Champions League, scenderanno in campo i più esperti a disposizione: Perotti preferito a Kluivert all'ala sinistra, Dzeko - lodato da Fonseca per come riesce a lasciare fuori dal campo le trattative di mercato che lo riguardano - a Schick al centro dell'attacco. Zaniolo partirà trequartista, a destra Cenzig Ünder, ormai una certezza.

Il Lille, invece, dovrebbe schierare in modo speculare con  Maignan; Çelik, Fonte, Soumaoro, Bradaric; Maia, André; Ikoné, Bamba, Weah; Rémy.