Il tecnico giallorosso ha parlato in conferenza stampa dopo la vittoria per 3-1 sul Perugia grazie al gol di Dzeko e alla prima doppietta con la maglia della Roma di Gianluca Mancini. Queste le sue parole.

Su Zaniolo.
"Zaniolo può giocare sia da trequartista che da ala. Oggi essendo assente Pastore, abbiamo deciso di impiegarlo in due ruoli differenti per non usare solo Cengiz".

Cosa chiede agli esterni d'attacco? Come mai vede le gare sempre un po' scostato dalla panchina?
"Per quanto riguarda la seconda domanda è perché mi piace vedere le partite un po' isolato. Fa parte del nostro modo di giocare avere calciatori a piede invertito, giocando molto nelle linee interne e con i calciatori a piedi opposti è più facile".

Come ha visto Edin Dzeko in questo periodo?
"Dzeko sta qui con noi, è un nostro giocatore e posso dire che ha lavorato molto bene con l'anima e il corpo. Non ho visto un singolo segnale che mostrasse che non fosse concentrato, è quello che chiedo a lui come tutti i calciatori".

Cosa manca alla squadra per essere pronta alla stagione?
"Non sono totalmente soddisfatto ma siamo soltanto all'inizio. Certe cose stanno funzionando bene ma vanno perfezionate. Oggi l'atteggiamento della prima squadra era molto propositivo e andava bene in pressing ma perdevamo facilmente palla. Nel secondo tempo ho visto una squadra più in linea con quello che chiedo, ma è chiaro che dopo solo tre settimane serve molto lavoro, quello che ho visto fin'ora è un'apertura a fare quello che io chiedo ed è molto importante. Mancano tante cose, una squadra è un processo che non termina mai, ci sono tante cose da migliorare, quello che pretendo è più vicino a quello che si è visto nel secondo tempo".

Con un nuovo difensore e un nuovo centravanti, la rosa è completa?
"In questo momento è evidente che manca un difensore centrale. Per gli attaccanti abbiamo Dzeko e Schick, quindi è una priorità trattare un centrale di difesa".

Tutti i giocatori hanno un ruolo chiaro, invece Zaniolo dove lo vede meglio?
"Come ho detto prima, può ricoprire entrambi i ruoli. Oggi pensavo di mettere da 10 Pastore ma ieri ha avuto un problemino in allenamento e non abbiamo voluto rischiare. Può fare sia il trequartista che l'ala anche se deve migliorare alcune cose nella ricerca degli spazi, ma è positivo che un giocatore possa essere utilizzato in più posizioni. A mio avviso è più un 10 che un ala ma ci sono da valutare ancora tante cose".