Alle ore 18, la Roma scenderà sul campo di Trigoria per la seconda amichevole della giornata contro la Ternana. Dopo aver sfidato il Rieti nella mattinata e Pro Calcio Tor Sapienza, Trastevere e Gubbio nei giorni scorsi, i giallorossi affronteranno gli umbri nella quinta amichevole del calendario estivo deciso da Fonseca e dai suoi collaboratori.

I rossoverdi del drago Thyrus

La Ternana nasce il 2 ottobre 1925 dalla fusione di due club di Terni: il Terni FC e l'UC Ternana. Con dei colori sociali più unici che rari, rosso e verde, dal 1929, al centro dello stemma a bande verticali viene posizionata la figura mitologica della Viverna, identificata anche come Drago Thyrus. Nei primi anni di storia, la Ternana ottiene qualche successo con le promozioni in Prima Divisione, attuale Serie C. Il club umbro rimane in questa categoria per molti anni fino allo scoppio della guerra che devasta Terni che subisce 108 bombardamenti totali. Dal 1945 la Ternana viene fondata nuovamente e viene ripescata in Serie B. Nella serie cadetta però, cominciano i guai dei rossoverdi che cadono in un vortice discendente che li porta a giocare fra i dilettanti fino agli anni '60. Nella stagione 1963-1964, infatti, il club ottiene la promozione in Serie C e quattro anni più tardi riesce a salire in Serie B. Negli anni '70, il club di Terni riesce ad incantare grazie al gioco di mister Viciani che propone un calcio totale con pressing alto e fraseggio corto. In quegli anni i rossoverdi riescono ad approdare in Serie A, dove giocano solo un paio di stagioni. Nel 1976 gli umbri vengono allenati, per una piccola parentesi, anche da Cesare Maldini che, però, non ottiene i risultati sperati. Gli anni '80 sono ricordati come i più difficili del club che galleggia fra Serie C1 e C2. Nel 1992 c'è il ritorno in Serie B dopo dodici anni, ma l'anno successivo, la Ternana dichiara bancarotta e fallisce. Rinata l'anno successivo come Associazione Sportiva Ternana, riesce a tornare in Serie B in soli sei anni. Dal 1998 ad oggi, i rossoverdi alternano stagioni fra Serie B e Serie C. Nel 2017 c'è il cambio di proprietà con l'arrivo di Stefano Bandecchi, proprietario dell'Università Nicolò Cusano, che cambia il nome in Ternana Unicusano. Nonostante le promesse di promozione, il club fallisce ogni obiettivo e viene addirittura retrocesso in Serie C, dove attualmente gioca.

Visualizza questo post su Instagram

#VicTer 0-1 la sequenza del gol di #Falletti #SerieB #Ternana

Un post condiviso da Ternana Calcio (@ternanacalcio) in data:

La Ternana e gli inni

La Ternana è una squadra che ha molti inni anche se, attualmente, quello ufficiale è Noi siamo la Ternana di CambiaRitmo. Il club rossoverde però, ha una caratteristica che la lega alla Roma. Nel 1988, infatti, Antonello Venditti scrive l'album In Questo Mondo Di Ladri, fra cui c'è la canzone intitolata Correndo Correndo. Questa, durante quegli anni, viene usata dal club umbro come inno della squadra che viene riprodotto dagli altoparlanti dello stadio prima delle partite del club, così come i giallorossi fanno con la canzone storica del cantante romano. Prima di questo però, negli anni '70, durante le stagioni in Serie A, l'ingresso in campo dei giocatori veniva accompagnato dalle note di Me pizzica, me mozzica, canzone del mitico tifoso romanista Nino Manfredi, ricordato con grande affetto dai tifosi più esperti, che viene riprodotto occasionalmente anche oggi dallo speaker della Ternana.