Al termine della seconda amichevole estiva con il Trastevere vinta dalla Roma per 10-1, l'attaccante giallorosso, Diego Perotti, ha parlato ai microfoni di Roma Tv commentando la gara appena conclusa.

Come vi sentite dopo due amichevoli?
"Stiamo molto bene. Ci stiamo abituando allo stile di gioco del mister. Abbiamo fatto un buon ritiro e fisicamente stiamo crescendo. Queste partite servono anche per fare nostre le idee del mister".

Invece tu come stai?
"Sto bene, ho voglia di riscatto e c'è sempre. La scorsa stagione è andata malissimo e mi auguro che questa possa essere buona, non solo per me ma anche per i compagni. Se quello va bene possiamo fare molto meglio".

Con Spinazzola hai avuto subito grande intesa.
"Sì, è un grandissimo giocatore e già lo conoscevamo. Era molto difficile affrontarlo quando era all'Atalanta, ha una gamba importante e sarà una bella sfida tra lui e Kolarov".

Come vi state trovando con l'allenatore?
"Bene, come dicevo prima quando sei abituato a giocare in un modo e devi cambiare non è facile. Piano piano ce la stiamo mettendo tutta, anche con la lingua che lui non parla non è facile. Sia lui che noi stiamo provando a fare e dare tutto. Speriamo di fare un buon ritiro che è la base di tutto. Piano piano stiamo cercando di fare le cose che lui ci chiede".

Puoi raccontarci un aspetto diverso rispetto al precedente allenatore?
"A noi esterni chiede tanto di giocare tra le linee, di trovare spazio e lasciare le fasce ai terzini. Pressare subito gli avversari appena perdiamo palla e se ce la mettiamo bene in testa può portare a tanto perché non dobbiamo correre trenta metri indietro. Sono piccole cose che sicuramente aiuteranno a quella base che avevamo negli altri anni".