Federico Fazio ha parlato dopo il pareggio con il Sassuolo. Ecco le sue parole.

Fazio a Roma Tv

Champions compromessa?
"Ci abbiamo provato fino all'ultimo ma finché ci sarà una possibilità matematica noi lotteremo".

Com'è andata la gara?
"Soprattutto nel secondo tempo abbiamo creato tanto ma non siamo riusciti a sfruttare le chance. Peccato perché ci abbiamo provato tanto e ha un sapore amaro".

Tu nella ripresa sei andato molto avanti, ti piace spingere così?
"In certi momenti della partita e della stagione serve. Ci giocavamo la Champins League e ho pensato di dare tutto e andare avanti. Pareggiare o perdere non cambiava nulla. La cosa più importante era la Champions e contava tanto prendere i tre punti anche rischiando. Non siamo riusciti a sbloccarla ma volevamo giocare nella loro metà campo".

Ha condizionato la vostra gara la situazione De Rossi?
"No per niente. Noi siamo giocatori di esperienza e non ci distraiamo dall'obiettivo e oggi contava tanto vincere al di là di tutto quello che può succedere. Finché avremo la possibilità ci proveremo, speriamo in buoni risultati domani".

Perché tanti problemi in trasferta?
"Penso che non dobbiamo guardare indietro, solo avanti. Ora vediamo i risultati di domani e pensare alla prossima e crederci come ci credevamo oggi prima di venire qua".

Fazio a DAZN

Quanto ha pesato la settimana vissuta dalla Roma?
"Noi eravamo centrati per vincere oggi, era importante per noi. Nel secondo tempo abbiamo creato tanto, peccato che non abbiamo sbloccato questa partita. Adesso dobbiamo aspettare i risultati di domani".

Eri molto nervoso nel finale, ci hai provato fino all'ultimo. Ti senti un po' centravanti aggiunto certe volte?
"Ci giocavamo tutto questi 3 punti sarebbero stati importanti per la Champions. Per questo volevo dare un po' l'input di salire e andarli a prenderli alti. Lotteremo fino a quando non saremo matematicamente fuori".

Un tuo parere sul caso De Rossi?
"Daniele è un grandissimo giocatore, mi ha accolto benissimo fin da subito. Ancora prima di arrivare mi aveva scritto un messaggio. Un grandissimo capitano, ci mancherà. È veramente un leader, si impara giocando con calciatori come lui. Gli auguro il meglio".