Stephan El Shaarawy ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue dichiarazioni.

Ti aspettavi questo equilibrio nella corsa Champions?
"Sicuramente così tante squadre in lotta è una cosa inaspettata sì, ma non troppo. Abbiamo tutte dimostrato di poter competere con grandi risultati. Tutti abbiamo mostrato cose buone e altre meno, perdendo molti punti e dando modo alle altre di rimanere agganciati. E' un campionato entusiasmante e conterà molto la forma fisica insieme all'aspetto mentale e all'esperienza".

Che insidie ti aspetti dalla gara contro il Cagliari?
"Loro sono una squadra di tutto rispetto che viene da tre risultati utili consecutivi come noi, ha sempre segnato e ha buonissime individualità. Sappiamo le qualità di Pavoletti sul gioco aereo e staremo attenti anche a quello La squadra può ancora dire la sua in campionato può arrivare decima o di più. Servirà una partita di grande attenzione e grande spirito".

Tanti gol nella tua stagione, sei il capocannoniere. Quanto conta?
"Significa molto, quest'anno mio sono tolto piccole soddisfazioni trovando più continuità e sono contento di come sto giocando,  non solo in fase realizzativa ma anche per le prestazioni. Ho lavorato tanto sul mio lato mentale nel preparare le partite e ho raccolto i frutti".

Con Dzeko come va?
"Ci troviamo molto bene ultimamente. Edin vuole giocare a calcio e lo fa per la squadra e vuole partecipare alla manovra. Quello che è successo è un capitolo chiuso, ci sta che succedano episodi così nello spogliatoio soprattutto in un finale di stagione con tanto nervosismo e stanchezza, significa che vogliamo fortemente un qualcosa. Ora conta che tutto sia a posto, ora più che mai aiuto abbiamo bisogno dell'aiuto reciproco".

Il lavoro di Ranieri?
"Ci chiede molto lavoro nelle due fasi, soprattutto quella difensiva. Anche se segno con continuità sto giocando più dietro e il mister ci sta dando compattezza di squadra. Lui è molto pragmatico e lo stiamo seguendo: si è visto nelle ultime partite".

Futuro?
"Sono sempre più legato alla Roma mi trovo molto bene. Sto trovando continuità, con la società parleremo a fine anno ma sto molto bene. In questo momento dobbiamo arrivare in Champions".

Nazionale? Ci sono anche tanti romanisti.
"La Roma sta puntando molto sui giovani e loro stanno rispondendo bene. Ci sono Pellegrini, Cristante che si sono dimostrati validissimi a grandi livelli e poi  l'exploit di Zaniolo e questo fa bene al calcio italiano. Ci sono tanti grandi talenti".