A margine del Gran Galà del Calcio Aic, Radja Nainggolan ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla corsa scudetto, a Di Francesco e all'espulsione di De Rossi di ieri nella partita contro il Genoa.

"De Rossi è amareggiato, sa di aver sbagliato. Per noi è un esempio. Essendo di Roma e tifoso sin da piccolo la vive in modo particolare. Sono cose che fanno parte del mestiere, incidenti che possono capitare. Purtroppo è successo a lui, noi gli siamo vicini, è una persona e un giocatore molto importante per noi. Noi stiamo facendo un bel percorso, nessuno ci aveva dato per favoriti, qualificarci in Champions è importante. Noi abbiamo cambiato qualcosa ma stiamo facendo bene, peccato per questo passo falso. Il Napoli ha perso solo quattro punti. Il campionato è lungo e ci sono ancora tanti scontri diretti. In campionato forse abbiamo perso la nostra miglior partita contro l'Inter, alcuni episodi ci sono andati a sfavore. Champions? Ottimo percorso, possiamo ancora arrivare primi. Di Francesco? Una volta raggiunta la condizione, la mano del mister si vede molto. Le squadre si incrociano tutte, noi abbiamo il nostro percorso. Napoli-Juve sarà importante, è una partita di vertice che ci può consentire di rimanere aggrappati, ma bisogna pensare prima di tutto a noi stessi". Sulla lotta scudetto: "L'anno scorso siamo arrivati secondi e sembrava impossibile. L'Inter ha una partita a settimana e questo sicuramente aiuta, Spalletti è un grande allenatore. Noi stiamo lì, vediamo dove arriviamo. Tiferò Juventus? Meglio un pari(sorride, ndr)".