Il direttore sportivo della Roma Ramon Monchi ha parlato ai microfoni di El Desmarque Radio a poche ore dal fischio d'inizio del match contro l'Atletico Madrid. Queste le sue parole:

Sulla Champions League…
Non vedo l'ora che inizi la partita di questa sera per vedere la Roma giocare contro una squadra importante. Così come è successo col Chelsea. Vediamo se la crescita iniziata prosegue. Vogliamo vedere se siamo in grado di chiudere il discorso qualificazione, sarebbe una gioia e una conferma per il progetto che abbiamo iniziato nella Roma. Quando eravamo a Montecarlo, abbiamo detto pubblicamente che avremmo dovuto lottare. Poi riflettendoci, vedi che hai pescato Atletico e Chelsea e vedi le speranze di qualificazione diminuire. Alla fine, lo sviluppo del girone ci ha messo in una posizione privilegiata. Avremmo firmato tutti per essere nella situazione in cui siamo ora. Sono molto ambizioso. Oggi dobbiamo aspirare ad arrivare primi nel girone. Poi se ci qualificheremo saremo comunque soddisfatti, ma non possiamo rinunciare a nulla.

Sul campionato…
C'è un grande equilibrio tra le 5 squadre in testa alla Serie A, c'è poca distanza di punti. La più continua è stata il Napoli: lavorano al progetto da 3 anni, meritano quella posizione. Noi vogliamo almeno continuare a rimanere in questa lotta per i primi posti.

Su Di Francesco…
Il progetto sta crescendo, sapevamo di doverci sbrigare perché i cambiamenti sono stati tanti. La partenza dell'allenatore e di alcuni calciatori importanti, il ritiro di Totti, l'arrivo di un direttore sportivo nuovo… All'inizio è stato difficile, però abbiamo mantenuto la calma e la fiducia nel progetto. La squadra sta crescendo e non so se sia al 100%, però siamo soddisfatti di quello che sta facendo vedere. Il gruppo dei calciatori è convinto che quello che il mister dice sia la cosa migliore da fare per arrivare alla vittoria.