Negli scorsi giorni Totti ha avuto un ruolo decisivo nell'arrivo di Ranieri a Roma. E' stato il numero 10, infatti, a chiamare l'ex tecnico del Leicester e a spingere per il suo ingaggio dentro le mura di Trigoria. Eppure dieci anni fa, Totti non fece la stessa scelta, come ha rivelato questa estate durante la presentazione del suo libro al Colosseo proprio davanti a Claudio Ranieri.

Al tempo, dopo le dimissioni di Spalletti, Totti e gli altri senatori della squadra furono convocati a Villa Pacelli dove la dirigenza giallorossa li consultò su chi avrebbero preferito sulla panchina della RomaRosella Sensi pose due opzioni: Ranieri o Mancini. Il numero dieci non ebbe dubbi e si espresse in favore di Mancini. "Certo, Ranieri conosceva l'ambiente romano, era più facile, ma Mancini in quel momento stava in Europa, voleva vincere", ha spiegato Totti questa estate. A sorpresa, poi, Totti scoprì che era stato scelto Ranieri, ma "almeno si parlava romano...".

Dieci anni dopo, le cose sono cambiate, e Francesco Totti nelle vesti di dirigente giallorosso può essere considerato uno dei principali responsabili dell'arrivo di Claudio Ranieri come allenatore fino a fine stagione.