Dichiarazioni post rinnovo

Volpato: "Lavorare con Mourinho è un sogno. Sono molto felice"

Il giallorosso: "Firmare per la Roma è qualcosa di importante. Matic è come un fratello maggiore che cerca di dare consigli, mi aiuta molto dentro e fuori dal campo"

Volpato

Volpato ((As Roma via Getty Images))

La Redazione
30 Settembre 2022 - 21:08

Cristiano Volpato ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni della Roma dopo il rinnovo fino al 2026. Queste le sue parole: 

Ufficiale il rinnovo con la Roma, come ti senti? 
"Ovviamente in questo momento sono molto felice, perchè firmare per la Roma è qualcosa di importante. Non vedo l'ora di vivere il mio futuro qui a Roma, di continuare a crescere e a lavorare duramente".

Sei arrivato in Italia solamente 2 anni fa, ma ti sei ambientato subito molto velocemente...
"Quando sono arrivato qui ero un ragazzino che arrivava dall'Australia. La Roma mi ha aiutato ad ambientarmi molto facilmente, a crescere e ad essere pronto per la prima squadra".

In cosa sei cresciuto maggiormente? Cosa devi ancora migliorare? 
"Devo lavorare sull'aspetto difensivo. In Italia si gioca un calcio molto tattico, per cui sto cercando di imparare sia tatticamente sia dal punto di vista difensivo".

Lavorare con la prima squadra e con Mourinho ha contribuito a facilitare questo processo... *
"Sì, ovviamente lavorare con un allenatore come lui è un sogno che si avvera per me, per cui cerco di non sprecare del tempo e di continuare a lavorare e imparare il più possibile da lui".

C'è qualcuno che ti ha aiutato particolarmente a Trigoria? 
"Sì, è arrivato da poco: Matic. Per me è come un fratello maggiore che cerca di dare consigli sia in campo sia fuori e questo mi aiuta moltissimo".

Quanta attenzione c'è da parte della società nell'inserimento e nello sviluppo dei più giovani? 
"Credo che la Roma abbia un ottimo settore giovanile, tra i migliori in Italia se non nel mondo. Ci sono molti buoni giocatori qui e penso che la Roma li aiuti davvero a costruirsi un futuro".

La scorsa stagione hai segnato il tuo primo gol in Serie A. Quanto è importante mantenere l'umiltà e i piedi per terra? 
"Ovviamente sono stato molto felice di aver segnato il mio primo gol con la prima squadra, ma credo sia molto importante rimanere umile perché non ho fatto ancora niente. Continuerò a lavorare per far parte della prima squadra in pianta stabile".

Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro?
"Far parte dell'undici titolare della Roma il più a lungo possibile"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tags: