Qui Trigoria

Mourinho ritrova Pellegrini: prove di vera Roma

Dal campo. Primo giorno interamente in gruppo per Lorenzo: il Capitano ha pienamente recuperato dall'infortunio e contro l'Inter sarà in campo dal 1'

Pellegrini in campo con la Roma

Pellegrini in campo con la Roma (As Roma via Getty Images)

Matteo Vitale
29 Settembre 2022 - 08:00

Finalmente. Avrà pensato questo José Mourinho ieri pomeriggio dopo aver rivisto allenarsi in gruppo, tutti insieme, gli ex infortunati Pellegrini, El Shaarawy e Kumbulla e i giocatori rientrati dalle nazionali, Ibañez, Viña e Abraham. Balsamo per l’anima del tecnico portoghese dopo le ultime settimane vissute fra problemi fisici, acciacchi e timori di lunghi stop. Ieri, a tre giorni dal big match di sabato contro l’Inter di Simone Inzaghi, lo Special One ha potuto lavorare con quasi l’intero gruppo a disposizione. Quasi perché manca Paulo Dybala, che tornerà ad allenarsi con i compagni nella giornata di oggi, dopo esser stato risparmiato da Scaloni nel test amichevole della sua Argentina contro la Giamaica, match che la Joya ha seguito dalla tribuna. In attesa di avere tutti e quattro i Fab Four insieme sul campo d’allenamento, da ieri il gruppo è entrato nella fase finale dellla preparazione della partita di sabato.

Allenamento completo con il resto del gruppo anche per il Capitano, ormai pienamente recuperato e pronto per guidare i suoi compagni dal primo minuto, verosimilmente sulla linea dei mediani, al fianco di uno fra Nemanja Matic e Bryan Cristante. L’ex Manchester United ha approfittato di queste due settimane di sosta per ricaricarsi in vista del tour de force che attende la squadra. Straordinari anche per gli altri big rimasti a casa in questi giorni, dai due centrali Smalling e Mancini a Leo Spinazzola, rimasto a casa per ritrovare la forma migliore, passando per Mady Camara, che dopo queste intense sedute di lavoro potrebbe aver ritrovato un buon livello di condizione atletica: aveva confermato di non essere al top.

In attesa di Dybala, altri due attaccanti hanno lavorato duro a stretto contatto con lo Special One, per dare il proprio contributo alla causa giallorossa e, possibilmente, gol: si tratta di Nicolò Zaniolo e Andrea Belotti. Il numero 22 è stato tra i più attivi contro l’Atalanta e sabato giocherà contro la sua ex squadra con tutte le motivazioni del caso. Il Gallo viene da un gol contro l’Helsinki e un ottimo ingresso a gara in corso contro la squadra di Gasperini: Mourinho avrà bisogno di lui, anche se sabato inizierà il match dalla panchina, con Abraham in campo dal 1’ per riscattare la deludente prestazione dell’ultima partita di campionato. Sorrisi e sudore, finalmente senza defezioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA