Il mercato

Calciomercato Roma: prenotato Solbakken, il Monza vuole pure Calafiori

Il 3 luglio scorso il norvegese si è visto con il gm Tiago Pinto per definire il contratto. Per chiudere l'operazione serve la cessione di Perez

Ola Solbakken in campo con la maglia del Bodo

Ola Solbakken in campo con la maglia del Bodo

17 Luglio 2022 - 10:00

Ola Solbakken sarà un giocatore della Roma. Sempre che, nelle prossime settimane, la Roma riesca a vendere Carles Perez. L’accordo definitivo, l’attaccante esterno norvegese, lo ha trovato il tre luglio scorso quando sbarcò con un volo privato a Ciampino, trattenendosi da queste parti meno di dodici ore, ripartendo nella serata dello stesso giorno alla volta di Bodø. All’epoca ci furono molte interpretazioni per spiegare il blitz del vichingo. La più accredita quella che raccontava come il giocatore fosse venuto in Italia per incontrare e mettersi d’accordo con il Napoli. Non escludiamo che possa essersi visto con la socità di De Laurentiis, ma possiamo dire con assoluta certezza che il norvegese e il suo procuratore quel tre luglio si sono incontrati con Tiago Pinto per definire i dettagli del contratto quinquennale proposto dalla Roma. Il giocatore non arriverà prima di agosto. Ora è infortunata a una spalla, ma dovrebbe recuperare per il 27 luglio quando si giocherà la partita di ritorno del secondo preliminare di Champions. Turno che se fosse superato, per il Bodø vorrebbe dire la garanzia di qualificarsi almeno per il girone di Conference League. E questo potrebbe voler consigliare al club norvegese di ridimensionare l’esagerata richiesta di due milioni di euro per il cartellino di un giocatore che andrà in scadenza il prossimo trentuno dicembre. La Roma è pronta a riconoscere una cifra intorno al mezzo milione di euro, ma oltre non vuole andare.

Pinto in questi prolungati giorni milanesi, sta lavorando anche alle cessioni. In particolare quella di Villar (al Monza) per il quale tutte le parti in causa hanno fatto sapere di aver trovato un accordo sulla base di un prestito a un milione, un obbligo (in caso di salvezza del club brianzolo) di riscatto fissato a sette, più un altro paio di bonus. Tutto fatto? No, perché manca l’ufficialità. Probabilmente perché tra le parti è in corso un’altra trattativa relativa al cartellino di Riccardo Calafiori. Giocatore che a Trigoria vogliono cedere (conservandosi una percentuale su una futura rivendita) anche perché, al contrario di quello che si sapeva, il contratto del ragazzo cresciuto a Trigoria è in scadenza il prossimo anno. E’ vero, quando fu annunciato il rinnovo si parlò di 2025. In realtà il garantito era fissato al 2023, con un’opzione per altri due anni che però Pinto non ha esercitato. Ecco allora la necessità di cedere il giocatore. In corsa per Calafiori c’è anche la Cremonese (e a distanza pure il Cagliari).

Per Kluivert continuano a circolare voci di un suo possibile futuro in Premier, ma pur con tutta la buona volontà, non ci sono conferme. Il West Ham ha fatto un’offerta all’olandese che, oltretutto, ha dato il suo gradimento. Ma in corsa per Justin c’è forte pure il Marsiglia dove lo ha richiesto il nuovo allenatore Tudor. E allora, chi offre di più? Pinto si augura di chiudere in fretta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA