L'intervista

Capello: "nella vittoria dello scudetto fu importante capire l'ambiente"

L'allenatore del terzo scudetto della storia della Roma ha commentato i fattori che condussero la squadra al titolo, sull'arrivo di Matic: "Una diga davanti la difesa"

Capello, allenatore della Roma dal 1999 al 2004 (Getty Images)

Capello, allenatore della Roma dal 1999 al 2004 (Getty Images)

La Redazione
18 Giugno 2022 - 13:40

Fabio Capello, nel giorno del suo compleanno, ha rilasciato delle dichiarazioni a New Sound Level dove ha ricordato lo scudetto con la Roma della stagione 2000/01,  dando il suo parere anche sull'ultimo arrivo in casa Roma, Nemanja Matic, queste le sue parole: 

A ventuno anni da quello scudetto, per lei che ha vinto tanto, quant'è stata importante per lei la vittoria dello scudetto della Roma nella sua carriera?
"È importante per capire che in ogni posto dove vai se vuoi vincere devi lavorare in maniera diversa, bisogna capire l'ambiente la squadra e i giocatori e in base a questo adattare le proprie idee, se si pensa di usare sempre la stessa tattica ignorando le caratteristiche dei giocatori si è destinati a fallire".

Che acquisto è Matic per la Roma?
"L'allenatore ha delle priorità, conosce il valore dei giocatori e conosce il campionato che lo aspetta e in base a tutto questo delinea delle priorità. Se prendo un centrocampista diverso e costruisco un centrocampo solido, allora posso vincere e io credo che Mourinho la veda in questo modo. Matic è un ottimo giocatore, l'ho visto giocare tante volte in Inghilterra ed è un giocatore di grande spessore, è veramente una diga davanti alla difesa".

© RIPRODUZIONE RISERVATA