Le trattative

Frattesi prende quota ma il Sassuolo chiede troppo: la situazione

Pinto, se la valutazione continuerà a essere tra i 30 e i 40 milioni, preferisce incassare il 30% della cessione. Matic ai dettagli, proposto Aouar

Davide Frattesi (Getty Images)

Davide Frattesi (Getty Images)

09 Giugno 2022 - 05:00

Matic dormiente. Frattesi crescente. Sergio Oliveira stagnante. Aouar sorprendente. E' la situazione, lasciando da parte la valanga di nomi che comunque vengono accostati alla Roma per il centrocampo della prossima stagione, che in questo momento ci sentiamo di sottoscrivere come focus del lavoro di Tiago Pinto (è ancora a Lisbona da dove tornerà a fine settimana). Del resto, che si sia al via di una rivoluzione per quel che riguarda il centrocampo giallorosso, è un po' come scoprire l'acqua calda: Mkhitaryan ha salutato, Veretout, Villar, Darboe e Diawara sono in uscita, Sergio Oliveira se il Porto non farà un sostanzioso sconto sui tredici milioni pattuiti per il riscatto, avrà ballato in giallorosso solo per sei mesi. Alla luce di tutto questo, appare evidente che Pinto dovrà portare a Trigoria non meno di due altri centrocampisti (oltre Matic) con l'obiettivo di costruire un centrocampo più a immagine e somiglianza dello Special One

Matic, come sappiamo, sarà la prima pietra. L'accordo è già stato trovato, le visite mediche sono state fissate all'inizio di luglio, le parti stanno mettendo a punto gli ultimi dettagli (i bonus soprattutto) di un contratto da un anno più uno che sarà garantito al serbo pupillo di Mou che lo ha già avuto alle sue dipendenze, con reciproca soddisfazione, prima al Chelsea, poi al Manchester United. Matic, nella testa di Mou, sarà l'altro Cristante. Per l'altra coppia (oltre a Bove destinato a rimanere a meno di offerte indecenti), Pinto sta valutando una marea di giocatori. Tra questi possiamo dire con più che ragionevole certezza, c'è anche Davide Frattesi che a Trigoria conoscono bene visto che il ragazzo è cresciuto nel settore giovanile giallorosso.

La Roma lo ha seguito con attenzione per tutta la stagione, verificando una crescita esponenziale che lo ha portato alla convocazione in Nazionale. Cosa però che tutto è meno che propedeutica a una valutazione accettabile. Il Sassuolo che non è una bottega morigerata, ha fatto sapere di valutare il suo giocatore quaranta milioni di euro. Boom. A questa cifra, il ragazzo rimane in Emilia. E la Roma lo ha fatto sapere alla controparte, spiegando che se trovano qualcuno che garantisce quei soldi, a Trigoria sarebbero assai felici di contare i dodici milioni che arriverebbero nelle casse romaniste, conseguenza di quel trenta per cento che la Roma vanta da contratto, da quando Frattesi è diventato un giocatore di proprietà del Sassuolo. Ragionamento, questo che abbiamo appena fatto, che vale anche se la quotazione dovesse scendere a trenta (nove per la Roma). Se invece, con il passare delle settimane, il costo del cartellino dovesse progressivamente scendere tra i venti e i venticinque, Pinto è pronto a mettere sul piatto quindici milioni per riportare a Trigoria il centrocampista.

Ammesso e non concesso che Frattesi si chiuderà, il ragazzo comunque non rappresenterebbe l'acquisto copertina che la Roma ha fatto capire di voler fare per il centrocampo. In questo senso Ruben Neves e Douglas Luiz sono i due nomi preferiti, ma nella ormai conclamata dinamicità del mercato, ci sono altri nomi che ballano. Nomi che, magari, vengono proposti. Come è accaduto, in tempi recentissimi, con Houssem Aouar, francese con radici algerine, ventiquattro anni, cartellino di proprietà del Lione ma con scadenza trenta giugno del prossimo anno, quindi valutazione dimezzata o quasi rispetto ai quaranta milioni che il club francese chiedeva per il giocatore nel mercato estivo dello scorso anno.

Per chi non ce l'ha presente, suggeriamo di andare a rivedere il gol che fece alla Juventus (già una nota di merito, i sabaudi se ne facciano una ragione) in Champions League. E' un centrocampista con qualità tecniche importanti, ancora relativamente giovane e quindi con margini di miglioramenti sicuri, giocatore a tutto campo con una certa confidenza con il gol (nell'ultima stagione quarantacinque presenze totali e otto gol). La valutazione attuale del cartellino è tra i sedici e i venti milioni. E' un'opzione che Tiago Pinto non ha scartato.

A proposito di acquisti c'è da registrare una novità che arriva dai fiordi norvegesi. Che, di fatto, è una conferma di come la Roma sia molto vicina all'acquisto di Solbakken. Il direttore sportivo del Bodø, Haward Sakariassen, è intervenuto sulla questione con una dichiarazione non proprio d'amicizia: «Noi non abbiamo avuto nessun contatto con la Roma che non ha nessun permesso a parlare con il giocatore (ma ci faccia il piacere ndr). Se fosse vero il club giallorosso sta violando le norme (ma ci rifaccia il piacere ndr)». Detto che dal primo luglio non ci sarà nessun bisogno di permessi, le parole del ds vichingo ci sembrano un messaggio economico. Ovvero garantiteci un po' più di cash e l'affare si chiude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA